settesere it notizie-romagna-basket-b-amarcord-san-miniato-per-la-rekico-due-anni-fa-la-bella-da-record-n29067 001
Vai a https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/
Vai a https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/

Basket B, amarcord San Miniato per la Rekico: due anni fa la "bella" da record

Romagna | 01 Maggio 2021 Sport
basket-b-amarcord-san-miniato-per-la-rekico-due-anni-fa-la-abellaa-da-record
Valerio Roila
Era una domenica di maggio, allora come adesso. Sono passati due anni dal punto più alto toccato finora dai Raggisolaris. Che vinsero la «bella» del primo turno playoff, accedendo per la prima ed unica volta nella breve storia del sodalizio ad una semifinale promozione, il 5 maggio 2019, schienando a fil di sirena, con un «arresto e tiro» dalla media di Carletto Fumagalli, l’Etrusca San Miniato. Scherzi del destino e del calendario, le due contendenti si ritrovano di fronte quasi nella stessa data (stavolta sarà domenica 2), anche se cambiano location, dal momento che si giocherà al Pala Crédit Agricole toscano, e contorno, non i 2.000 e passa festanti del PalaCattani, ignari dei problemi che creerà al mondo la pandemia di lì a nove mesi, ma i pochi fortunati ammessi a «scavalcare» le porte chiuse attuali. Sono passati due anni e sembrano secoli, ma la posta in palio resta alta: con i livornesi ad occupare la terza piazza e la Rekico due punti dietro, il match diventa esiziale, soprattutto per i neroverdi, per cercare di arraffare una posizione che garantisca di giocarsi la «bella» del primo turno playoff in casa. Ovvero ciò che accadde proprio due anni fa, quando Faenza arrivò quarta in regular season e con la spinta del Cattani si conquistò quel record societario. La Rekico approccia all’impegno nelle migliori condizioni psicofisiche, dopo aver vinto cinque dei sei confronti della seconda fase, cancellando così la brutta parentesi post-focolaio, e ritrovando un Simone Pierich in forma smagliante. L’esperta ala friulana ha incrementato il bottino personale, tra prima e seconda fase, passando dai 6 agli 8 punti medi, tirando meglio dall’arco (dal 29 al 41%), e dalla lunetta, segnale di una serenità riacquisita, smazzando un numero doppio di assist, e più che raddoppiando la valutazione (da 3,9 a 8,5). Al di là delle cifre, l’apporto in termini di partecipazione emotiva ed accrescimento del gruppo, è lievitato in maniera evidente. «Sono arrivato a Faenza senza svolgere la preparazione atletica - ricorda Pierich - ed ho avuto presto grossi problemi ad una spalla. Ho ritrovato il mio equilibrio facendo un lavoro importante di cui ora si vedono i risultati, e ritrovando continuità, ringraziando anche i compagni, riesco ad offrire un contributo più solido».
Possiamo dire che i problemi causati dal Covid alla squadra siano lontani ricordi: «Sì, il peggio è alle spalle, siamo riusciti a rimetterci a pieno ritmo con il lavoro svolto in palestra, con lo staff tecnico ed il preparatore. Sapevamo che per tornare in forma sarebbe servito uno sforzo impegnativo, ma ora che ne raccogliamo i frutti, siamo più sereni».
E così sono tornati anche i risultati, ora però vi si stagliano davanti due scogli imponenti: San Miniato e Chiusi. «L’Etrusca sta disputando un ottimo campionato, sempre al vertice del girone, anche se ha fatto anche lei i conti con il virus. Si tratta di una squadra che mette tanto agonismo e fisicità in campo, ma ci faremo trovare pronti. A Chiusi penseremo in seguito: si tratta comunque di due match fondamentali per migliorare la nostra posizione». Poi arriveranno i playoff: il mazzo delle possibili sfidanti prevede Bernareggio, Vigevano, Crema e Pavia. Ha preferenze, a livello tecnico o emotivo e sentimentale? «Conosco bene sia le piazze storiche di Pavia e Vigevano, avendole affrontato quand’ero a Casale Monferrato, che coach Cardani, il quale ha portato Bernareggio a vincere la Supercoppa di inizio stagione, ma quando arrivi lì bene o male sono tutte sullo stesso livello».
Per la sua esperienza personale, questa squadra dove può arrivare? «Molto in là, se restiamo consapevoli che bisogna lavorare, senza rilassarci. Se continuiamo a curare anche l’aspetto difensivo, e sapremo fornire il 100% ad ogni allenamento e ad ogni partita, possiamo battere chiunque».
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy (Preferenze Cookie)
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-basket-b-amarcord-san-miniato-per-la-rekico-due-anni-fa-la-bella-da-record-n29067 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione