settesere it notizie-romagna-basket-a2-trovato-e-tutte-le-incognite-dellaorasa-porte-chiuse-e-contratti-quanti-dubbi-n24226 001

Basket A2, Trovato e tutte le incognite dell’OraSì: "Porte chiuse e contratti, quanti dubbi"

Romagna | 14 Maggio 2020 Sport
Stefano Pece
Gli incontri della settimana scorsa tra Federazione e vertici della Lnp e poi tra la stessa Lega e le 28 società di serie A2 hanno cominciato a delineare alcuni scenari per la prossima stagione, la 2020-2021. Una stagione che sarà necessariamente interlocutoria dopo lo sconvolgimento creato dal Covid-19, ma che riafferma con forza l’intenzione di far ripartire il movimento e mettere una croce sopra a questa sfortunata stagione. Sono stati dichiarati ufficialmente conclusi senza verdetti i campionati di serie A, A2 e B: «Una cosa che sapevamo già e di cui abbiamo preso atto - dichiara Trovato -. La prossima stagione ci vedrà quindi partire sulla stessa linea di tutti gli altri e che ci obbliga pertanto a smettere di chiederci dove saremmo potuti arrivare quest’anno».
La scappatoia potrebbe essere quella del riposizionamento. Entro il 15 giugno infatti è stata data facoltà alle società di chiedere l’iscrizione a una categoria diversa da quella dell’ultima stagione. Ciò vuol dire che ci sarebbero i margini per richiedere il ripescaggio in serie A qualora si verificassero delle defezioni al piano superiore: «Non essendo ancora stata definita una bozza della griglia ufficiale, è molto prematuro parlarne oggi - taglia corto Trovato -. Non sappiamo ancora quante squadre faranno parte della serie A e quali siano i criteri per il ripescaggio, quindi non mi sbilancerei adesso».
Vianello è stato invece più categorico su questo punto affermando che se i costi di gestione nella massima categoria rimarranno quelli attuali, Ravenna se ne starà in serie A2 senza alcun problema. Su una cosa però le società si sono trovate tutte d’accordo: l’intenzione di giocare solo a porte aperte. La Federazione preme per iniziare a ottobre (è stata anche valutata l’idea di giocare in estate all’aperto), e l’idea è quella di andare avanti a porte chiuse anche fino a gennaio purché si riparta. Le società non gradiscono questa eventualità e Vianello ha sempre affermato seccamente che a porte chiuse non intende giocare.
Trovato rimane più cauto: «È un’idea nata dalla necessità di ripartire perché è da febbraio che non si gioca e si sta correndo il rischio di una perdita di interesse intorno al nostro sport. Tuttavia le società della nostra categoria vivono di biglietteria e di sponsor e questi ultimi a porte chiuse perderebbero visibilità, quindi sarebbe un problema per tutti. Bisogna mettere le due cose sul piatto della bilancia e valutare».
Sul fronte contratti le società stanno trattando privatamente con i propri tesserati per chiudere la diatriba che va avanti da marzo. La settimana scorsa si è arrivati quasi alla spaccatura tra associazione giocatori e Lega dopo la bozza proposta dalla Lnp per la prossima stagione che andava a tutto vantaggio delle società. Sembra comunque che la liberatoria per l’iscrizione al prossimo campionato debba coprire il 70% dei compensi relativi a questa stagione ed è su questa base che le società stanno trattando.
«Lo stiamo ndo in forma privata con ognuno dei nostri tesserati visto che ufficialmente non è stato ancora trovato un accordo tra Lega e associazioni di categoria. La direzione - spiega Trovato - sembra essere quella del 70% dei compensi quindi speriamo di arrivare a una transazione veloce con tutti i nostri giocatori».
Per quanto riguarda Cancellieri invece, sul quale si erano diffuse voci di un interesse di Pesaro, Trovato afferma: «Cancellieri e Bulleri hanno un contratto con noi anche per la prossima stagione con uscita soltanto da parte della società. Tuttavia io non ho ricevuto nessun contatto e non mi risulta che ne abbia ricevuti nemmeno Cancellieri».
In ultimo, Trovato valuta positivamente lo stanziamento di 4 milioni di euro stanziati dalla federazione per sostenere i club. Che diventeranno 6.7 grazie agli oltre 2 milioni di premi relativi alla stagione attuale che verranno comunque erogati: «Mi sembra molto positivo che siano stati posticipati alcuni pagamenti e vedo un chiaro tentativo di venire in aiuto alle società. Mi sembra un primo passo importante».
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-basket-a2-trovato-e-tutte-le-incognite-dellaorasa-porte-chiuse-e-contratti-quanti-dubbi-n24226 002
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione