Basket A2, l'ultimo arrivato Spizzichini: "Sono venuto a Ravenna per aiutare un’OraSì che funziona a meraviglia"

Romagna | 14 Febbraio 2020 Sport
Stefano Pece
L’ex direttore sportivo della Virtus Roma e della Scandone Avellino, che lo aveva avuto per un anno nella squadra irpina, ha detto di lui: «È un ragazzo che ha una grandissima voglia di migliorare e che lavora come un pazzo per riuscirci. Nasce come centro, ma progressivamente sta diventando sempre più un’ala forte. Ricopre indifferentemente i due ruoli e si sta costruendo un tiro affidabile». Stiamo parlando dell’ultimo arrivato in casa OraSì, Stefano Spizzichini. Trent’anni, 203 centimetri di altezza, Spizzichini entra nel roster di Ravenna per allungare le rotazioni dei lunghi e prenderà il posto di Seck il quale è destinato a trovare collocazione in serie B. Ma non è mai facile inserire in un gruppo collaudatissimo, che ha fatto della chimica di squadra la propria forza, un elemento esterno. Tuttavia Alberani scommette sulla persona: «Stefano è un ragazzo genuino, semplice, che darà tutto quello che ha. Cancellieri ha saputo creare una chimica perfetta, ma io credo che Spizzichini sia la scelta giusta in questo senso. Ci sono sicuramente giocatori più forti sul piano tecnico, ma pochi che sappiano fare spogliatoio come lui».
Spizzichini si presenta quindi con questo importante biglietto da visita in tasca. Accolto da uno striscione di benvenuto da parte dei tifosi giallorossi al primo allenamento al pala Costa, il nuovo giocatore si è messo subito al lavoro con Cancellieri: «È vero - spiega lo stesso Spizzichini - in carriera ho cambiato diversi ruoli a causa dell’evoluzione del gioco e della velocità della pallacanestro di oggi. E a dire la verità ho cominciato da ala piccola e solo in seguito sono diventato un lungo. Ho affinato quindi diverse caratteristiche, forse nessuna di esse al massimo delle possibilità, ma in campo so fare molte cose e posso difendere sui 4 e sui 5».
Genuino come diceva Alberani, Spizzichini non si nasconde nemmeno quando parla del proprio tiro: «Essendo un tipo molto emotivo, mi lascio trascinare dal momento - racconta - così ho cercato di migliorare al massimo la qualità del mio tiro in modo tale che possa funzionare a prescindere dal fatto che io mi senta in fiducia o meno. Certo, la componente fiducia gioca sempre un ruolo, ma una buona meccanica rende le cose più facili».
Spizzichini sposa la filosofia del gruppo: «Mi sono sempre trovato meglio in quelle squadre dove non c’era una vera e propria stella - afferma -. Perché quando c’è un giocatore troppo forte, c’è qualche altro che deve tirarsi indietro per lasciargli spazio. Quindi scelgo sempre un buon gruppo, poiché se ognuno è consapevole del proprio ruolo e gioca con la fiducia nel meccanismo in cui è inserito, tutto funziona meglio. E poi insieme si esce più facilmente dalle difficoltà, da soli no».
E prosegue: «Non sono uno che dà consigli in campo ma, essendo appunto un emotivo, cerco sempre di trovare una parola buona per un compagno che ha sbagliato perché so che ci si può stare male. Mi piace proteggere i miei compagni perché in passato io ho accusato questo tipo di situazioni. Quelli che ho trovato qui mi sembrano tutti bravi ragazzi, sono quasi tutti miei coetanei e mi hanno subito accolto fra di loro, quindi credo che mi integrerò facilmente». Però non c’è molto tempo per guardarsi intorno perché Orzinuovi incombe. L’OraSì sarà ospite della squadra lombarda domenica 16 febbraio alle ore 18 e per Spizzichini il tempo stringe: «Gli allenamenti di Cancellieri - afferma - sono intensi, faticosi. Ma va bene così perché ci sono tantissime cose che devo imparare e poco tempo per farlo. Sono qui a Ravenna per aiutare una squadra che già funziona a meraviglia a dare ancora qualcosa in più e devo capire nel più breve tempo possibile cosa serve per farlo. Avrò tempo più avanti per conoscere la città, ora devo concentrarmi sul lavoro in palestra».
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione