settesere it notizie-romagna-basket-a2-in-casa-orasa-sembra-di-essere-tornati-indietro-di-due-anni-n31594 001
Vai a http://emiliaromagnacultura.it/
Vai a https://garantiregionali.emr.it

Basket A2, in casa OraSì sembra di essere tornati indietro di due anni

Romagna | 19 Novembre 2021 Sport
basket-a2-in-casa-orasa-sembra-di-essere-tornati-indietro-di-due-anni
Stefano Pece
Sembra soltanto un incidente di percorso la sconfitta con Verona un paio di settimane fa, poiché l’OraSì continua a correre veloce in campionato e non sembra volersi fermare. La vittoria su Chieti, figlia della solita attenzione in difesa, ormai è il caso di dirlo, ha portato i giallorossi al comando della classifica dove hanno agganciato Scafati sconfitta a Forlì. E’ difficile fare una scala di valori tra i membri di questa squadra poiché, mai come quest’anno, ognuno porta il proprio mattoncino alla causa. Fare paragoni è sempre azzardato, ma questo inizio di stagione ricorda moltissimo quello dell’OraSì 2019-2020 di coach Cancellieri. Anzi, meglio, poiché quella squadra aveva vinto 5 partite su 7, questa 6 su 7. Le uniche due formazioni in grado di battere Ravenna allora furono Verona, guarda caso, e Imola. Ad oggi, nel campionato 2021-2022, ci è riuscita solo Verona. Quella OraSì segnava di più (78.3 punti), ma subiva anche di più (77.4). Questa viaggia a 76 punti segnati e soltanto 67 subiti. Alla fine della stagione, poi interrotta a causa del Covid, l’OraSì di Cancellieri si trovava al comando con 20 vinte e 5 perse. E chiunque oggi metterebbe la firma su un rendimento simile quest’anno.

GLI ALLENATORI
Persone diverse ma ideologie simili. Il dato che potrebbe accomunare coach Cancellieri e coach Lotesoriere è l’attenzione che dedicano alla fase difensiva. Entrambi partono dal presupposto che le partite si vincono in difesa e che tutti devono sacrificarsi in questo fondamentale del gioco e la capacità di alternare zona e uomo nei momenti giusti è un altro punto in comune. Ma le somiglianze si esauriscono qui poiché dal punto di vista caratteriale i due non potrebbero essere più diversi. «Canc» è fumantino, non ha mai lesinato rimproveri anche plateali ai propri giocatori e le sue urla al palazzetto, spesso hanno coperto quelle dei tifosi. Sempre molto schietto e a volte sopra le righe, è diventato in breve tempo un personaggio riconoscibile nel panorama cestistico italiano. Lotesoriere invece si è sempre presentato come una persona pacata e misurata nelle dichiarazioni alla stampa come negli atteggiamenti in campo tanto che qualcuno, dopo Cancellieri, aveva storto il naso definendolo privo di grinta. Niente di più sbagliato. Il tecnico pugliese sta dimostrando polso e personalità da vendere e ha mostrato grande attenzione ai particolari, cosa che ha permesso ad alcuni giocatori di ampliare il proprio bagaglio di competenze. 

I ROSTER
Anche i due roster sono diversi poiché nel 2019-2020 la società aveva puntato sull’esperienza, quest’anno sulla gioventù. Il gruppo di Cancellieri era composto da giocatori oltre i 30 anni con la stella brillantissima di Charles Thomas al centro del gioco. Marino e Venuto si alternavano in cabina di regia, Sergio era l’operaio e il rookie Potts la guardia da punti. Solo due under trovavano spazio in questa rotazione, il dotatissimo lungo Treier e il più alterno Jurkatamm. Dalla panchina si alzava anche il veterano Chiumenti a dare il cambio a Thomas. Cancellieri adoperava soltanto 8 uomini poiché gli altri under della panchina vedevano il campo poco o nulla. Nel roster di Lotesoriere sono soltanto due i veterani di lungo corso, Cinciarini e Gazzotti, i quali hanno il compito di portare esperienza a un gruppo giovanissimo. I tre 1998 Oxilia, Denegri e Simioni, al secondo anno in giallorosso e rispettivamente jolly, guardia e centro, sono punti fermi nelle rotazioni. Diversa anche la scelta degli americani: Tilghman è un play che ricorda Potts per corporatura ma con più punti nelle mani, Sullivan è meno fisicato di Thomas ma possiede buona verticalità. Chiudono le rotazioni Berdini e Arnaldo, molto utilizzati da Lotesoriere in marcatura sugli esterni avversari. La rotazione è a 9.
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy (Preferenze Cookie)
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-romagna-basket-a2-in-casa-orasa-sembra-di-essere-tornati-indietro-di-due-anni-n31594 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione