Volley A2 donne, la Teodora guarda avanti dopo l'addio di Bonitta: "Ripartiamo più convinti"

Ravenna | 06 Ottobre 2018 Sport
volley-a2-donne-la-teodora-guarda-avanti-dopo-laddio-di-bonitta-aripartiamo-pia1-convintia
Marco Ortolani -
Ancora giorni tempestosi per la pallavolo femminile ravennate. Dalla fine della scorsa settimana Marco Bonitta non è più direttore generale dell’Olimpia Teodora. Le sue dimissioni sono state praticamente contemporanee all’esonero deliberato dalla società. 
«La dirigenza dell’Olimpia Teodora - attacca Bonitta - mi aveva messo a capo del progetto unificato (Olimpia, Teodora e Volley Academy, mentre il Torrione si era mantenuto autonomo, ndr), sulle basi che avevamo illustrato in Municipio alla città e all’assessore Fagnani. La struttura si basava su tre selezioni Under, affidate a Dominico Odelvys, a Manuela Benelli e a Marcela Ritschelova (soggetti dal grande pedigree con centinaia di presenze nelle nazionali di Cuba, Italia e Repubblica Ceca, ndr). Non ho potuto accettare le recenti intromissioni su queste scelte e su altre prese dal cda, non concertate, non condivise con me e prive di coerenza sportiva».  
La stessa Manu Benelli, presente alla conferenza, ha rincarato la dose: «La figura di Marco era un prezioso riferimento per il nostro lavoro e non ne riconosceremo altre in quel ruolo. Io sono intenzionata a proseguire l’attività con il mio gruppo Under16 e spero che la società me lo lasci fare per il bene delle ragazze. Certo che la pallavolo femminile ravennate potrà finalmente crescere non tanto per l’arrivo di soggetti nuovi, quanto con l’uscita di alcuni vecchi».
«So che altri prima di me avevano fallito in questo tentativo di unificazione - ammette Bonitta - ma, sollecitato dall’amministrazione comunale e da altri soggetti che me lo avevano richiesto, avevo deciso di mettere la mia esperienza al servizio della pallavolo della città. Non è andata bene, ma preferisco vivere di rimorsi che di rimpianti». 
La reazione della dirigenza Olimpia Teodora non ha tardato ad arrivare: «Avevamo riposto molta fiducia nella figura di Bonitta - spiega il presidente De Lorenzi - di cui conoscevamo e apprezzavamo le qualità tecniche e confidavamo in quelle organizzative. Il progetto che aveva creato è tuttora condiviso dalla società e andrà avanti, proprio con i tecnici che aveva presentato lui, che nessuno ha messo in discussione. Non abbiamo potuto accettare, invece, le sue decisioni univoche sulla composizione degli staff, la sua latitanza nel rapporto con le squadre e gli altri tecnici e i rapporti umani che si erano in vario modo deteriorati».
E ora? «Riprenderemo l’attività con ancora più grinta e convinzione - dichiara De Lorenzi - dalla squadra di serie A2 che vedo armonica e motivata (ma attenzione alla tegola Yaremis Mendaro Levyia: l’opposta cubana avverte un fastidio alla cuffia dei rotatori che potrebbe comprometterle la stagione, ndr) all’attività giovanile, che è il vero obiettivo della nostra attività e la principale ragione del nostro impegno». Tuttavia lo scoramento che serpeggia fra le ragazzine e le rispettive famiglie fa pensare ad un’altra pagina buia nella tormentata storia recente del glorioso volley rosa ravennate.
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravenna.confcooperative.it
Vai a https://www.decoindustrie.it
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

via Zanelli, 8
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544 1880790
Faenza - tel. 0546 20535
E-mail: pubblicita@settesere.it
Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Proprietario “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione