Ravenna, Giardini pubblici, Ricciardella e Ferri puntano alla seconda gestione dello Chalet

Ravenna | 06 Settembre 2019 Cronaca
ravenna-giardini-pubblici-ricciardella-e-ferri-puntano-alla-seconda-gestione-dello-chalet
Federica Ferruzzi - Coppia nella vita e sul lavoro, da sette anni Cristiano Ricciardella e Mascia Ferri hanno ridato vita ad un’area che era diventata tra le peggio frequentate di Ravenna e che oggi si è riempita di mamme e bambini. Ora la coppia è in attesa di vedere l’avviso per la nuova gestione (in uscita tra fine settembre ed inizio ottobre) che, comprensibilmente, spera di vincere. «Ovviamente il bando è pubblico e faremo la nostra proposta in base alle richieste del Comune - spiega Ricciardella -. Fino a che non lo vedremo, faremo fatica a fare ipotesi e comunque dovremo fare i conti con la redditività del luogo». L’attività, infatti, è stagionale, e nei mesi invernali si rischia di mettere in discussione quanto realizzato durante l’estate. «D’inverno l’orario e l’affluenza sono ridotti e, volendo mantenere lo staff che serve nei mesi estivi, a volte si fatica, per questo aspettiamo di vedere le richieste avanzate dal Comune. Per la verità, speravamo che il bando fosse già fuori, soprattutto per dare una risposta al nostro gruppo di lavoro che chiede ‘di che morte deve morire’. Vorremmo dare loro risposte certe, si tratta di sette famiglie che stanno aspettando di conoscere il loro futuro». Se il futuro è incerto, il passato che ha determinato il successo del posto è invece chiarissimo: per Ricciardella le parole d’ordine sono state passione e lavoro, oltre ad un investimento che ha abbellito non poco la struttura. «Non abbiamo una ricetta segreta: non abbiamo fatto nient’altro che il nostro mestiere, stando sul posto tutti i giorni e lavorando a testa bassa. Avevamo un progetto chiaro e lo abbiamo messo in campo, ci vuole anche fortuna. Abbiamo sofferto per i primi due o tre anni, poi le cose hanno iniziato a funzionare e anche qui si è affermato il mood delle grandi città: i ravennati hanno iniziato a mangiare fuori a pranzo, mentre solo 10 anni fa c’era la corsa per tornare a casa». E in fondo qui è un po’ come esserlo, grazie ad un servizio informale e a prodotti genuini: «Il servizio è economico, self service, perchè abbiamo deciso di investire sulla qualità da lasciare nel piatto». Per l’imprenditore, però, l’impegno non è stato solo il loro: «Il grosso del lavoro è stato merito dall’Amministrazione, che ha fatto sì che il parco fosse sempre controllato, con un presidio di custodi e forze dell’ordine che tutti i giorni passano con tre o quattro pattuglie. Fare vedere che ci siamo sempre è importante, così come lo è lavorare con passione». 
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione