Basket A2, l'OraSì punta sul fattore PalaCattani per battere Cagliari e far felice Mazzon

Ravenna | 25 Gennaio 2019 Sport
basket-a2-lorasa-punta-sul-fattore-palacattani-per-battere-cagliari-e-far-felice-mazzon
Stefano Pece
C’è moderato ottimismo in casa OraSì dopo la trasferta di Montegranaro. La squadra è tornata a casa senza punti, è vero, tuttavia se paragonata a quella dell’andata (risultato 67-101), ha mostrato tutt’altra faccia e ben altro atteggiamento. È scattata in vantaggio e ha condotto per lunghi tratti, portando la partita ad un finale punto a punto nel quale poi è venuta fuori la superiorità di quella che oggi, a buon diritto, condivide con Treviso il secondo gradino del podio. Pur non essendo del tutto soddisfatto, coach Mazzon offre quindi spiegazioni plausibili per questa sconfitta: «Abbiamo sfidato i secondi in classifica - spiega - e la nostra squadra non ha ancora sviluppato l’attitudine a giocare partite punto a punto fino all’ultimo minuto contro ogni tipo di avversario. Lo avevamo fatto benissimo nelle due occasioni precedenti, con Ferrara e Piacenza, ma questa volta abbiamo riscontrato che contro le squadre più solide e più qualitative andiamo in difficoltà». Mazzon prosegue nella sua analisi parlando degli avversari: «Amoroso è un giocatore abituato a questo tipo di tensioni, Simmons poi giocava in serie A con ottime statistiche e Palermo ha giocato sempre nelle squadre più solide di questa categoria. Il suo cambio è Traini che ha un passato al piano di sopra. Sono tutti elementi che hanno più esperienza di noi in questo tipo di partite. L’attitudine non la compri, te la costruisci nel tempo e noi siamo ancora all’inizio». Per una volta, però, la prestazione ha messo d’accordo tutti. I tifosi hanno applaudito la squadra anche sui social, quando in passato invece non avevano lesinato sulle critiche. Tuttavia non basta questo per allietare Mazzon: «Sono contento solo parzialmente - ammette -. Speravo che le due partite precedenti ci avessero insegnato di più. Abbiamo commesso troppi errori banali, dovuti alla tensione e all’emozione, che andranno eliminati al più presto». Inoltre qualche mugugno sulle decisioni arbitrali c’è stato. Quando Montegranaro si è vista messa alle strette, ha buttato la contesa sul piano fisico, puntando sulla propria malizia e sull’inesperienza della terna arbitrale. Due elementi della quale, infatti, erano al debutto. Come sempre la società preferisce non cercare alibi e sorvolare, e Mazzon si schiera sulla stessa linea: «Non sta a me giudicare l’operato degli arbitri. Questo è compito degli organismi preposti».
Sabato 26, alle ore 20.30, l’OraSì riceve Cagliari al Pala Cattani di Faenza. È stata scelta Faenza a causa dell’indisponibilità del Pala De André il quale, già di per sé, secondo Mazzon non rappresenta il campo di casa, dal momento che la squadra non si allena mai in quell’impianto. Dunque il timore di ritrovarsi spaesati al cospetto di un’avversaria molto in salute come Cagliari è presente. Da quando ha ingaggiato Janelidze e cambiato guida tecnica, la squadra sarda sta volando. «Speriamo che il fattore campo influisca poco - conclude il tecnico dei giallorossi -. Incontriamo una squadra in condizioni ottimali, che ha vinto perfino a Forlì. Noi giochiamo per l’ennesima volta fuori casa, ma dobbiamo pensare soltanto all’avversario senza pensarci troppo».
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.romagnafiere.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Proprietario “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi editoria L. 250/90


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione