Basket A2 donne, l'InfinityBio si gioca tutto in 40 contro San Giovanni: "Il Bubani ci aiuterà"

Faenza | 12 Gennaio 2019 Sport
basket-a2-donne-linfinitybio-si-gioca-tutto-in-40-contro-san-giovanni-ail-bubani-ci-aiuteraa
Luca Del Favero
Tutto in quaranta minuti. L’InfinityBio si gioca l’accesso alla Coppa Italia nell’ultima gara del girone d’andata, un epilogo inaspettato dovuto ai passi falsi compiuti nelle ultime settimane a Pistoia e a Selargius, che l’hanno fatta scendere in classifica fino al quarto posto. Una posizione che manterranno con tutta probabilità se sabato riusciranno a superare San Giovanni Valdarno davanti al pubblico amico (palla a due alle ore 20.30), una delle delusioni del campionato, candidata ad un campionato di vertice, ma ritrovatasi ben presto lontana dalle prime della classe. In caso di sconfitta, le faentine potrebbero essere sorpassate da Bologna, impegnata a Cagliari, con cui avranno però lo scontro a favore in caso di arrivo a pari punti. San Giovanni Valdarno è un’avversaria imprevedibile, come dimostrano gli alti e bassi avuti in questa prima parte di stagione, ma di sicuro per vincere l’InfinityBio non dovrà avere i cali di tensione visti contro Selargius, che l’hanno condannata alla sconfitta nel supplementare, dopo aver dilapidato dieci punti di vantaggio negli ultimi cinque minuti.
«Subiamo troppo il ritmo delle avversarie - spiega la playmaker Licia Schwienbacher - e quando Selargius ha iniziato ad imporci il proprio gioco, non siamo più riuscite a ritornare in partita. Dispiace, perché ci siamo bloccate in attacco all’improvviso, mentre in difesa abbiamo continuato ad essere aggressive, ma purtroppo non è bastato. Dobbiamo risolvere in fretta questo problema: abbiamo già perso troppi punti per strada».
L’occasione sarà il match con San Giovanni Valdarno, considerando anche che nessuno è passato al PalaBubani in questo campionato: «Giocare in casa ci darà una spinta in più e sarà fondamentale per ritornare a vincere. Le motivazioni non ci mancano di certo, ma per fare il salto di qualità, dovremo avere maggiore fiducia nei nostri mezzi e restare unite nei momenti più difficili delle partite».
Ad una giornata dal termine dell’andata, il girone Sud ha già promosso Campobasso, Palermo e La Spezia alla Final Eight di Coppa Italia. L’InfinityBio entrerà soltanto con una vittoria o con una sconfitta di Bologna, ma difficilmente abbandonerà l’attuale quarto posto, avendo lo scontro diretto a sfavore con La Spezia, mentre Palermo ha un impegno semplice in casa contro l’Athena Roma e difficilmente lo fallirà. In caso di un arrivo a tre, Faenza sarebbe condannata dalla classifica avulsa.
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.romagnafiere.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Proprietario “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi editoria L. 250/90


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione