Basket A2 donne, l'InfinityBio attende Forlì e Policari suona la carica: "Il quarto posto non ci basta"

Faenza | 26 Gennaio 2019 Sport
basket-a2-donne-linfinitybio-attende-forla-e-policari-suona-la-carica-ail-quarto-posto-non-ci-bastaa
Luca Del Favero
Ritornata a giocare sui soliti livelli e cancellando così il passo falso con Selargius, l’InfinityBio cerca ora la nona affermazione casalinga in altrettante partite. Un obiettivo che sarà centrato senza troppi problemi, visto che sabato alle 20.30 al PalaBubani arriverà la giovanissima Medoc Forlì, ultima della classe con soltanto una vittoria all’attivo, quella con Savona. 
Sarà dunque una sorta di allenamento, quello che attende le faentine, e l’occasione per far rifiatare le giocatrici che hanno giocato di più nelle ultime partite e per provare nuovi assetti tattici in vista di un mese e mezzo che sarà decisivo per la stagione. Dopo il morbidissimo derby con Forlì, infatti, ci saranno le trasferte a Roma con l’Athena e ad Umbertide (entrambe di domenica) e cinque scontri diretti da non fallire: La Spezia in casa, Civitanova Marche fuori, Palermo al PalaBubani, Bologna in trasferta ed infine il match casalingo con la capolista Campobasso. Al termine di questo tour de force ci sarà la Coppa Italia e dunque è arrivato il momento di vedere il vero volto dell’InfinityBio, già mostrato con San Giovanni Valdarno e Cagliari. Un’altra notizia positiva è il rientro di Franceschelli, mostratasi a Cagliari già in ottima condizione e autrice con Policari del break nel secondo quarto che ha chiuso i conti.
«Nelle ultime due uscite siamo riuscite a seguire il piano partita e gli schemi che avevamo preparato durante la settimana - spiega la guardia Elisa Policari - mantenendo sempre il nostro ritmo senza farci mai sorprendere. Abbiamo lavorato molto per tenere alta la concentrazione durante tutta la partita e continueremo a farlo fino al termine della stagione. È da un mese che sono a Faenza e mi sono resa conto che siamo un’ottima squadra e che possiamo arrivare in una posizione migliore del quarto posto in cui abbiamo chiuso il girone d’andata».
Per l’esterna romana, autrice a Cagliari di 11 punti senza sbagliare un tiro dal campo e dalla lunetta, il segreto è il gruppo: «Siamo davvero affiatate e ognuna di noi sprona le compagne nei momenti difficili, incitandola a reagire. Proprio grazie a questo atteggiamento siamo riuscite a vincere con San Giovanni Valdarno, superando molto bene il momento in cui le nostre avversarie hanno provato a rientrare in partita, mentre a Cagliari siamo sempre state concentrate, ndo un importante passo avanti dal lato della maturità».
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.romagnafiere.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Proprietario “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi editoria L. 250/90


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione