Ravenna, Hub, il punto sui lavori sulle banchine. Rossi (AdspRa): «Aumentano i costi delle materie prime»

Emilia Romagna | 16 Settembre 2022 Economia
Elena Nencini
Si sono conclusi a fine luglio i lavori di palificazione alla banchina Euro Docks per il progetto Ravenna Port Hub: si trattava della realizzazione e posa di oltre 200 pali – lunghi più di 28 metri – per adeguare la struttura alla nuova profondità del fondale. Il Progetto Ravenna Port Hub, infatti, in questa prima fase, prevede, tra gli interventi programmati e finanziati anche con fondi del PNRR, l’approfondimento dei fondali del porto sino a -12,5 mt, il rifacimento di banchine per adeguarle ai nuovi fondali, oltre 1.000 mt di nuova banchina e la realizzazione di più di 200 ettari di nuove aree per la logistica. I lavori sono affidati a Rcm Costruzioni impegnata, per conto di Rhama Port Hub, nell’ammodernamento del porto di Ravenna insieme a Fincosit e Dredging International.
Terminata la palificazione della banchina di Eurodocks adesso si sta procedendo su quelle a fianco, N1 e N2 (dove sorgerà il nuovo terminal container), procedendo con un ritmo di 12-13 pali al giorno, prevedendo di finire i lavori di palificazione entro un paio di mesi. La nuova banchina invece sarà lunga oltre un chilometro e si stanno posizionando 400 pali larghi sino ad 1 metro.
­Daniele Rossi, presidente di Autorità portuale di Ravenna spiega: «I lavori di palificazione nelle banchine EuroDocks e al nuovo terminal container sono stati fortemente accelerati rispetto alle previsioni originali e dovrebbero effettivamente essere completati entro un paio di mesi. Oltre ai pali devono essere eseguite ulteriori opere che comporteranno la fine dei lavori sulle suddette banchine nell’arco di nove mesi per la banchina EuroDocks e nell’arco di 30 mesi per la banchina del nuovo terminal container. Le ulteriori banchine hanno tempi di esecuzione di circa 12-18 mesi e sono eseguite in due gruppi (attualmente in esecuzione T&C, Unigrà, e Bunge, seguiranno le rimanenti)».
I lavori di escavo  si sovrapporranno a quelli delle banchine. Quando cominceranno?
«I lavori di escavo sono già iniziati e conclusi per la parte da immergere a mare (conferimento in mare a largo nda), la parte di dragaggi da conferire a terra inizierà la prossima settimana, il tutto dovrebbe concludersi in parallelo con i lavori sulla banchina del nuovo terminal container e sulle ultime banchine che verranno consolidate».
L’aumento dei costi delle materie prime sta influendo?
«L’aumento dei costi sulle materie prime e l’energia per il momento non influisce sui tempi di esecuzione, sta tuttavia comportando rilevanti aumenti dei costi ai quali si dovrebbe far fronte attraverso i fondi stanziati dal Governo».
Quali sono i prossimi passi?
«Il lavoro procede secondo la programmazione di progetto indicata».
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy (Preferenze Cookie)
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-emilia-romagna-ravenna-hub-il-punto-sui-lavori-sulle-banchine.-rossi-adspra-aaumentano-i-costi-delle-materie-primea-n35588 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione