Maturità 2018, Lucrezia Gallina di Lugo: «L'esame col Quizzone come terza prova, un bel ricordo»

Emilia Romagna | 05 Giugno 2022 Lab 25

Matilde Liuzzi - «La terza prova nel 2018 fu la più difficile, l’anno dopo fu tolta, la Pandemia poi ha cambiato tutto. Quest’anno finalmente gli studenti torneranno ad un esame “normale”». Lucrezia Gallina, nata a Lugo, vive a Brisighella, ha 23 anni e nel 2018 ha conseguito la maturità al liceo scientifico di Faenza.
Lucrezia, cosa ricordi della tua maturità?
«Ho un bel ricordo del mio esame. In generale, il quinto anno è quello che ho vissuto meglio, finalmente avevo trovato il mio equilibrio e il metodo migliore per affrontare le verifiche con serenità. Mi vengono in mente i tanti momenti di condivisione con i miei compagni, passati a ripetere e fare esercizi insieme. La sensazione perenne di adrenalina in corpo, ero elettrizzata all’idea di affrontare la fatidica maturità, quella di cui tutti mi avevano parlato per anni e raccontato le proprie storie. Finalmente era arrivato il mio turno».
Nel 2019 la riforma del Ministro Fedeli ha cancellato il «Quizzone» dopo circa vent’anni. Tu l’hai svolto nel 2018, come sono state le tre prove?
«La prima prova era il tema, un ottimo modo per rompere il ghiaccio e spezzare il carico eccessivo di ansia. Avevamo fatto tante esercitazioni durante l’anno, quindi sapevo che non sarei andata incontro a qualcosa di sconosciuto. Diverse le tracce, io avevo trovato la mia dimensione nella “traccia B”, il saggio, e proprio quello ho fatto. Ricordo che riguardava la globalizzazione in un’ottica di confronto tra passato e presente. La seconda prova, invece, si concentrava su una delle materie di indirizzo del mio Liceo. Quale tra matematica e fisica lo abbiamo scoperto solo quando è stata resa nota la Commissione d’esame. Alla fine è uscita matematica, fortunatamente. Ricordo che abbiamo fatto una sola esercitazione, era un lunedì di maggio e la casa editrice Zanichelli pubblicava una simulazione della durata di cinque ore circa per tutte le quinte. La terza, infine, la ricordo come un momento di forte ansia».
Che cosa vuoi dire? E che cosa pensi del fatto che non sia più prevista?
«La terza prova è sicuramente stata la più difficile. Abbiamo fatto due simulazioni durante l’anno, una alla fine del primo quadrimestre e l’altra verso maggio. La prima, in particolare, la ricordo come un momento terribilmente duro, abbiamo scoperto il giorno stesso le materie oggetto della prova per cui è stato necessario preparare tutti gli argomenti previsti dal piano didattico. Un vero disastro. La seconda simulazione, invece, è stata relativamente più semplice dato che immaginavamo i principali quesiti. La prova effettiva, quella in sede d’esame, conteneva domande di filosofia, fisica e di inglese. La difficoltà vera e propria di quest’ultimo scritto consisteva nel fatto che si trattasse di un’incognita. Infatti, non era valutata soltanto la conoscenza di un argomento, ma anche la capacità di esprimerlo in poche righe. Sicuramente gli stati d’animo dei ragazzi saranno più alleggeriti senza questa prova, ma mi dispiace che non sia più prevista. Penso che fosse un elemento di valutazione essenziale per quanto riguarda le capacità di ognuno nello studio e nell’apprendimento degli argomenti, ma anche relativamente all’abilità di scrivere risposte centrate e pertinenti».
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy (Preferenze Cookie)
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-emilia-romagna-maturita-2018-lucrezia-gallina-di-lugo-al-esame-col-quizzone-come-terza-prova-un-bel-ricordoa-n34230 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione