I motivi del voto: nelle elezioni di domenica 26 in gioco i valori dell’antifascismo

Emilia Romagna | 25 Maggio 2019 Le Opinioni
Manuel Poletti* - Serve un voto per un’Europa più riformista e socialmente giusta e contro il tentativo di spallata «sovranista» che spaventa e fa ricordare tempi bui. Dopo una campagna elettorale mai finita e sempre urlata dal 4 marzo 2018 in poi, domenica 26 maggio si vota per eleggere il nuovo Parlamento europeo e moltissimi sindaci e consigli comunali, anche romagnoli, in particolare in 14 Comuni della provincia ravennate.
La posta in gioco è molto alta su tre fronti. Il primo, a livello europeo si capirà se «l’ondata nera» che alza muri e filo spinato, che tenta di chiudere porti, che lascia morire in mezzo al mare poveri migranti, che vuole ribaltare le istituzioni europee (certo, da riformare), avrà la meglio sul fronte più europeista che tiene insieme il cattolicesimo democratico al riformismo delle grandi democrazie nord europee. L’Europa a 28 è un «animale» con molte sfumature, ma indietro non si può certo tornare se ci si deve confrontare con colossi come Usa e Cina.
Il secondo, in palio c'è la tenuta del governo «gialloverde» italiano, sempre più litigioso e ripiegato su stesso. Vedremo se la Lega di Salvini diventerà davvero il primo partito in Italia e se i 5 Stelle si scioglieranno dopo un anno di figuracce. Capiremo, anche, se il fronte democratico avrà un sussulto e potrà essere di nuovo alternativa di governo dopo la batosta del 4 marzo 2018.
Infine la partita dei sindaci, dove invece il centrosinistra si presenta almeno in Romagna come favorito. Sarebbe davvero un brutto risveglio se anche nelle amministrazioni locali passasse il vento del cambiamento "gialloverde". Imola insegna, occhio.  
*Direttore «Setteserequi»
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione