Falsi miti, a cui non credere, per cercare di rimettersi in forma dopo le feste! 

Emilia Romagna | 20 Gennaio 2023 Buon Appetito
falsi-miti-a-cui-non-credere-per-cercare-di-rimettersi-in-forma-dopo-le-feste
Gaia Nonni - Con il suo arrivo gennaio porta con sé nuovi propositi e  qualche vecchio senso di colpa. Dopo le feste con i  relativi eccessi di pranzi e  cene, provare questo tipo di sensazione unita al bisogno di «depurarsi» è estremamente comune. La conseguenza più immediata è cercare di intervenire con  diete fai-da-te e con  soluzioni inventate e spesso un po’ estreme, come saltare i pasti, fare molta attività fisica a stomaco vuoto, controllare costantemente la bilancia ecc...
Certo, durante le festività è normale prendere un po’ di peso perché in quei giorni si consuma più cibo, più alcool, più bevande zuccherate, tuttavia l’aumento di peso sulla bilancia è principalmente dovuto a un accumulo di acqua in quanto i condimenti tipici delle pietanze natalizie provocano un aumento della ritenzione idrica. L’accumulo di acqua va ad aumentare il peso corporeo,ma tende a sparire una volta che si sarà ripresa a seguire una dieta sana ed equilibrata. Per quanto l’aumento di peso possa destabilizzare, il ricorrere a soluzioni drastiche pensando di ottenere risultati in minor tempo rischia, però, di portare ad esiti addirittura opposti. Sfatiamo, dunque, qualche mito di pratiche spesso utilizzate per rimettersi in forma, ma che nascondono grandi insidie.
1) Allenarsi eccessivamente allo scopo di aumentare la sudorazione e perdere peso: attraverso il sudore noi perdiamo liquidi e sali minerali, che vanno reintegrati bevendo molto, ma non eliminiamo grasso perché il sudore non ne contiene. Fare attività fisica è importantissimo per la salute, ma è bene farlo con cognizione di causa e meglio se aiutati da professionisti, cercando inoltre di fissare obiettivi più reali e raggiungibili per evitare di perdere motivazione e peggiorare il proprio rapporto con l’attività fisica.
2) Eliminare i carboidrati: questa non è, e mai sarà,una buona scorciatoia per dimagrire. I carboidrati sono una preziosa fonte di energia per il nostro corpo: noi dobbiamo semplicemente imparare ad assumerli in maniera sana, combinandoli in modo equilibrato con gli altri macronutrienti e gestendo quantità e frequenza sulla base del nostro personale bisogno alimentare.
3) Pesarsi continuamente: il peso può fornire un dato importante, ma da solo non è assolutamente sufficiente a valutare lo stato di salute di una persona; anche restando solo nel campo della nutrizione, ci sono valori che ci dicono molto di più, come per esempio la composizione corporea. Anche in questo caso affidarsi alle cure di professionisti è senz’altro più saggio che ricorrere alle valutazioni fai da te.
4) Fare diete «detox»: il nostro corpo è perfettamente in grado di depurarsi in totale autonomia (organi come fegato e reni servono proprio a questo) senza bisogno di ricorrere a bibitoni e polverine di dubbia provenienza e totalmente privi di valenza scientifica. Bere la giusta quantità di liquidi è fondamentale e aggiungere una tisana di tanto in tanto può essere d’aiuto, ma le fantomatiche bevande miracolose sono capaci di far perdere peso solamente al vostro portafogli.
Per riassumere, trovare un equilibrio tra alimentazione e movimento fisico si dimostra essere, ancora una volta, la sola vera chiave di volta per avere una vita sana. Tutto il resto sono soltanto miti che nel 2023 non possono fare altro che essere sfatati. Buon inizio anno a tutti!

LA RICETTA
Pesce spada in crosta di pistacchi al profumo d’arancia

Ingredienti: 2 fette di pesce spada; 20 gr pan grattato; aglio in polvere (facoltativo); 30 gr granella di pistacchio; 1 arancia; 2 cucchiaio di olio extra vergine oliva; sale q.b. Procedimento: preparate la panatura con il pan grattato e una manciata di pistacchi (se volete aggiungere un pochino di aglio in polvere). Spennellate le fette di pesce spada con un filo d’olio e rivestitelo con la panatura in modo che il pesce ne sia cosparso. Foderate con carta forno la teglia  e posizionate le fette di pesce spada. Spolverate sul pesce il resto del pistacchio in modo che ne sia ben coperto e infornate a 180 gradi per 20 minuti. Aggiungete della granella di pistacchio e qualche spicchio di arancia ed il pesce spada in crosta di pistacchi è pronto per essere servito!

 
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy (Preferenze Cookie)
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-emilia-romagna-falsi-miti-a-cui-non-credere-per-cercare-di-rimettersi-in-forma-dopo-le-festea-n37147 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione