Artefiera riempie di eventi il weekend e dedica una grande mostra all’Emilia Romagna

Emilia Romagna | 01 Febbraio 2019 Cultura
artefiera-riempie-di-eventi-il-weekend-e-dedica-una-grande-mostra-allaemilia-romagna
Dichiara di puntare all’«italianità», ma di qualità internazionale, abbina un’enorme sezione fotografica a quella delle gallerie e a queste ultime chiede di selezionare il meglio: due artisti per stand, con i grandi che possono arrivare a sei autori. Sono i fili conduttori della nuova edizione di Arte Fiera, grande manifestazione che riempirà il quartiere fieristico felsineo e il centro della città per un lungo fine settimana, dall’1 al 3 febbraio (dalle 11 alle 19) e lunedì 4 (dalle 11 alle 17), con il debutto della curatela di Simone Menegoi.
Nei padiglioni fieristici, la «Main Section» spazierà dal Moderno e dall’arte postbellica, storici punti di forza di Arte Fiera, fino al contemporaneo di ricerca. La sezione di fotografia, aperta al video e completamente rinnovata, è affidata alla direzione artistica di Fantom, piattaforma curatoriale nata tra Milano e New York nel 2009.
Piatto forte dell’attrattività, oltre alla fiera, è poi il week-end di Art City, con oltre cento eventi ospitati nel capoluogo fino al 3 febbraio e l’ingresso che i visitatori della fiera avranno gratuitamente nei musei bolognesi, con le riduzioni per le principali esposizioni allestite, da Hokusai Hiroshige al museo Archeologico fino a Mika Rottenberg al Mambo, la prima personale in un museo italiano per la provocatoria artista argentina. Da appuntarsi anche la New Artt Practice di Goran Trbuliak a Villa delle Rose, la personale fotografica che Thomas Struth ha dedicato al mondo delle scienze al Mast, le autentiche «bellezze sospese» di Leandro Erlich all’oratorio di San Filippo Neri, l’installazione audio-scultorea  Pulsazione#1 Eco di Emilio Fantin nei suggestivi spazi della Casa dei Risvegli Luca De Nigris, i video artistici del Collettivo Altarezione Video, tra Spaghetti Western e Neorealismo dell’era di YouTube al cinema Medica Palace e al Voxel, e ancora la scultura luminosa di Patrick Tuttofuoco in porta San Donato, il murale «inchiostrato» di Rob Chavasse allo spazio espositivo Tripla e il nuovo spazio di Palazzo Bentivoglio che ospita i Bologna Portraits del fotografo Jacopo Benassi.

Il museo Zauli e il Mar nella selezione regionale dei padiglioni
Si chiama «Courtesy Emilia Romagna. Solo figura e sfondo» la grande esposizione che ArteFiera 2019, attraverso il curatore forlivese Davide Ferri, dedica direttamente nei padiglioni fieristici alle collezioni istituzionali emiliano-romagnole, prima tappa di un percorso che si annuncia pluriennale. Il Mar di Ravenna partecipa all’esposizione con tre opere di Vasco Bendini, Luigi Ontani e Marco Neri, interpreti di tre generazioni diverse (anni Venti, anni Quaranta, anni Sessanta), collegate tuttavia da un tratto passante, come un testimone che li posiziona in quell’orizzonte padano-romagnolo tra paesaggio e visionarietà. L’opera tarda di Bendini celebra l’artista in uno dei suoi ultimi, rarefatti, approdi, mentre Ontani si fa interprete delle sperimentazioni, dai molti e contrastanti esiti, nel mosaico. Dal museo Zauli di Faenza arrivano invece ben sette opere, di Yuri Ancarani, Salvatore Arancio, Jonathan Monk, Italo Zuffi (frutto dei progetti di residenza d’artista), oltre a due opere di Carlo Zauli dalla serie delle zolle, e un lavoro del maestro giapponese Sueharu Fukami. Partecipano alla mostra anche altre istituzioni romagnole come il Mic, la Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e la Fondazione Cassa di Risparmio Imola.
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.romagnafiere.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Proprietario “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi editoria L. 250/90


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione