Volley Superlega, a Ravenna è cominciato il "Bonitta 3.0": "Allenerò e curerò anche mercato e vivaio"

Ravenna | 24 Maggio 2019 Sport
volley-superlega-a-ravenna-au-cominciato-il-quotbonitta-3.0quot-quotallenera2-e-curera2-anche-mercato-e-vivaioquot
Marco Ortolani
E’ stato ufficialmente definito il «Bonitta 3.0», con riferimento alle precedenti esperienze come capo-allenatore e come general manager del Porto Robur Costa. Ma il numero può crescere se consideriamo il biennio da allenatore della A1 femminile, quello alla guida del PortoDonati in B1 e la cura del settore giovanile del Messaggero, sotto la guida del suo riconosciuto maestro polacco Aleksander Skiba.
Il percorso nel volley ravennate di Marco Bonitta è quindi ricchissimo e si implementa con questa nuova carica di head coach, direttore tecnico e sportivo. Bonitta cede ai membri del consiglio (nessun ingresso di nuovi soggetti) le funzioni di dg di area commerciale, di comunicazione e di marketing a cui non si era mai troppo affezionato, rimanendo fondamentalmente uomo di campo. «Sarò allenatore, mi occuperò del mercato e del coordinamento dell’attività giovanile, che rimane il focus principale della società - dice il neocoach - ricoprendo un ruolo complessivo che può assomigliare a quello di Stoitchev a Verona». Novità e conferme dal fronte mercato. Dalla rosa dell’ultima squadra rimarranno Saitta, Lavia, Marchini e, forse, Roberto Russo. Un po’ a sorpresa è giunta la chiusura («consensuale») del rapporto con il belga Verhees. Novità nel ruolo di secondo palleggiatore (il serbo Batak, classe 2000, seguito già da due campionati) e il libero titolare che sarà lo sloveno Kovacic, entrambi nazionali. L’opposto sarà il coloured canadese Vernon Evans, due metri e cinque, con ovvie doti fisiche di attacco «ma - sottolinea Bonitta - con importanti qualità in difesa e a muro». Sulle sue spalle l’eredità dei due precedenti opposti «bonittiani» Buchegger e Rychlicki, veri e propri fuoriclasse. Interessante il ritorno di un Recine a Ravenna: si tratta di Francesco, figlio di Stefano e di Betty Bigiarini, chiamato a confermare le già evidenti doti tecniche e caratteriali nella città che fece grandi le carriere dei genitori. 
Risolti i rapporti con lo stesso Rychlicki (verso Modena), con Poglajen e con il libero Goi, che va a Monza dopo sette anni a Ravenna, accompagnato dalla gratitudine e dall’affetto del coach e della società. «Avremo l’obiettivo della salvezza - annuncia con realismo Bonitta - ma costruiremo anche obiettivi individuali e di area non meno importanti». Il consiglio è stato rappresentato dall’avvocato Bassi che ha sottolineato lo sforzo «massimale» della società per rimanere in Superlega con un budget che è il più debole fra le contendenti. «La città - ha detto - dovrà dimostrarsi vicina a quella che è l’unica squadra romagnola che milita nella massima categoria nazionale». Altra nota ravennate di mercato: il bagnacavallese Andrea Gardini, dopo aver vinto il campionato polacco con lo Zaksa, si è accasato a Piacenza, nella società dove l’ex Porto Zlatanov agisce da direttore tecnico.
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Proprietario “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi editoria L. 250/90


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione