Russi, Valentina Palli candidata sindaco del centrosinistra ha presentato squadra e programma

Romagna | 13 Aprile 2019 Politica
russi-valentina-palli-candidata-sindaco-del-centrosinistra-ha-presentato-squadra-e-programma
Finalmente allo scoperto, e ora si inizia a fare ancora più sul serio per la lista Insieme per Russi – Valentina Palli Sindaco. In una sala Ravaglia stracolma e con tantissima gente anche in piedi la candidata Sindaco ha svelato il programma ufficiale della propria Lista assieme ai sedici candidati al Consiglio Comunale. Tanti i giovani in questa rosa che affiancherà Valentina Palli in questa avventura che si sono presentati con emozione e alla fine hanno firmato, di fronte a tutti, il loro impegno a rispettare le linee guida del programma elettorale.

Un programma che abbraccia i cinque temi emersi dai tavoli di lavoro: Lavoro, Innovazione e Sviluppo; Cultura; Ambiente, Territorio e Mobilità; Welfare, Istruzione e Associazioni; Politiche Giovanili e Sport. A loro volta ogni tavolo ha fatto emergere tanti argomenti dei quali occuparsi nel futuro.

Concretezza e serietà nella costruzione del programma. Sono state queste due parole che Valentina Palli ha utilizzato per presentare il lavoro di questi mesi, che ha poi dettagliato punto per punto svelando anche qualche retroscena. “Il tavolo Lavoro, Innovazione e Sviluppo è stato quello che si è sempre riunito alla fine della settimana dopo tutti gli altri, perché in questo venivano raccolte tutte le idee emerse nella settimana. Il Lavoro, infatti, per quanto ci riguarda è la base per la dignità sociale e senza lavoro non c’è futuro”.

Lavoro, Innovazione e Sviluppo comprende al suo interno alcuni dei temi più sentiti da imprese e cittadini. Si va dai corsi professionalizzanti alla semplificazione e dalla velocizzazione con la banda larga fino all’idea di un welfare aziendale che preveda l’erogazione di buoni acquisto e benefit che i lavoratori possano spendere esclusivamente sul territorio comunale, in modo che la ricchezza prodotta possa restare dentro al Comune. Non solo: tra i temi anche un protocollo di intesa sugli appalti e una “sburocratizzazione” delle procedure aziendali. Non manca nemmeno la rigenerazione del centro storico anche delle singole frazioni e l’idea di pensare a Russi come un “Borgo d’Italia” dove le piccole attività di commercio e artigianato locale siano un completamento di una cornice nuova. Attenzione anche al Mercato Copertocome luogo dove valorizzare le eccellenze locali e di aggregazione e incentivare la responsabilità sociale d’impresa.

Cultura intesa come volano per Russi nel quale coinvolgere anche l’associazionismo. Il patrimonio culturale di Russi è di alto livello con la Villa Romana e il Museo Civico, ma anche i percorsi risorgimentali. Per valorizzarlo il programma si propone di creare un circuito e di fare rete con altre realtà territoriali, specialmente a livello regionale. C’è poi il fiore all’occhiello rappresentato dalla biblioteca intesa come luogo di apprendimento, socialità e di servizi, pesando anche ad aperture serali. Palazzo San Giacomo ripensato e rivalutato come contenitore d’arte, ma anche le frazioni con le loro Pievi e Ville Padronali intese in un percorso di turismo culturale sostenibile attraverso le piste ciclabili; San Pancrazio da valorizzare come paese della fiaba.

Ambiente, Territorio e Mobilità. Si va da un Osservatorio Ambientale inteso come un organismo che possa controllare tutte le fonti inquinanti del Comune all’idea della centrale a porte aperte fino al costante monitoraggio costantedei dati della centrale accessibili a tutti attraverso un portale web. L’idea di una Russi Green attraverso un piano energetico ambientale che parta dal censimento di fonti di energia e consumi con l’obiettivo futuro di rendere Russi una città energeticamente indipendente. L’idea della stazione di Godo come metropolitana di superficie grazie al ritorno alla piena operatività ottenuta dal Comune e progetti di educazione ambientale. Piantare un nuovo albero per ogni bambino nato o adottato durante l’anno, l’aumento degli spazi da dedicare agli orti urbani, vero punto di aggregazione positiva, e la riqualificazione dei parchi della città. C’è poi il progetto ambizioso di fare di Russi il primo parco nazionale delle energie rinnovabili, tema sul quale sia enti di ricerca, sia Università, sia Regione si sono già dette interessate ad investire. In tema di territorio grande attenzione anche alla rigenerazione urbana attraverso la progettazione partecipata della cittadinanza per riqualificare le zone dismesse. Si parla poi di viabilità con manutenzione e messa in sicurezza delle strade, ed infine di implementazione della videosorveglianza con contributi per impianti di sicurezza, assicurazioni a prezzo calmierato e la creazione di un sistema informativo territoriale che valorizzi i gruppi esistenti di controllo del vicinato, ndoli interagire direttamente attraverso un’applicazione con le forze dell’ordine.

Welfare, Istruzione e Associazioni. Il tema sentito è quello della valorizzazione anche di quello che è già presente nel territorio. La Casa della Salute da valorizzare ancora di più e poi creare un “ospedale di Comunità” dove, specialmente gli anziani, possano intraprendere i percorsi di lunga degenza senza essere allontanati dal proprio territorio. Idee per la solidarietàdi vicinato e la creazione di un fondo di edilizia abitativa per adattare gli immobili per le persone anziane o con difficoltà a muoversi. Tavoli permanenti insegnanti-servizi sociali e prevenzione dell’abbandono scolastico con percorsi di supporto alle famiglie. In questo senso l’attenzione alle frazioni passa anche per la creazione di un nuovo centro civico a Godo e allargare gli orizzonti della Consulta del Volontariato ndo rete anche con altre consulte dell’Emilia Romagna. Creazione di una carta dei servizi per informare i cittadini sui servizi utili offerti da Comune e Associazioni e, infine, l’attenzione agli animali con aree dedicate a quelli smarriti o abbandonati, lo sviluppo di percorsi di pet-therapy e l’incentivazione delle adozioni.

Politiche giovanili e sport. Creazione della Cittadella dello Sport con connessione delle strutture sportive esistenti in un’area verde dello sport con piste ciclabili, la creazione di un nuovo spazio nell’area stazione per attività sportive che necessitano di strutture particolari come indoor climbing, parkour, skate ed arti marziali; iniziativa “Giardini d’Estate” per valorizzare anche per i giovani luoghi come Palazzo San Giacomo, Rocca e Cinema Reduci e progetti da condividere con le città gemelle anche attraverso le associazioni di volontariato che vedano i giovani come giovani europei e come cittadini del mondo, ad esempio con la gita dei 18enni al Parlamento Europeo. L’istituzione del “libretto dell’impegno civico” che premi i cittadini virtuosi, la Consulta dei Ragazzi come motore trainante della progettualità della Giornata della Memoria e della Liberazione e, infine, l’istituzione di un fondo giovani che possa far accedere ad affitti calmierati attraverso un piano casa e una card dedicata ai giovani che preveda sconti per le attività che aderiranno.

Questi, invece, i candidati al Consiglio Comunale. Anna Grazia Bagnoli; Gianna Bassi; Alessandro Donati; Claudio Dumini; Fausto Folaghi; Anna Liverani; Gisberto Masetti; Nicolò Patuelli; Filippo Plazzi; Mauro Rambaldi; Marcella Rossi; Martina Samorì; Lucia Saporetti; Irene Silvestroni; Donatella Ugolini; Roberto Vitali. 
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Proprietario “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi editoria L. 250/90


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione