Ravenna, torna il problema dei rumori fuori dai locali

Romagna | 19 Aprile 2019 Cronaca
ravenna-torna-il-problema-dei-rumori-fuori-dai-locali
«Proponiamo concerti e musica live da ormai cinque anni e, purtroppo, ad ogni serata subiamo delle lamentele da parte di cittadini più o meno vicini al locale». Sono le parole di Lucy Ghebreigziabiher Toppo, titolare del Bon Ton di via Cavour, che non nasconde di sentirsi penalizzata dalla normativa attuale: «Per quanto l’attenzione e il rispetto per la quiete e il riposo dei residenti  non sia mai mancato, penso che il Comune potrebbe adoperarsi per consentire ai locali un po’ più di garanzie e sicurezze.  Fare intrattenimento in questo modo risulta molto complicato». Una possibile soluzione, secondo la donna, è quella di fare collaborare maggiormente i locali del centro: «Invece, la mia impressione è che ognuno resti molto attaccato al proprio bar, senza immaginare un progetto comune di collaborazione che necessiterebbe di una visione e una regolamentazione più ampia». Al «Fresco» di via IV Novembre, invece, la situazione pare più gestibile: «Siamo aperti da circa tre anni e non abbiamo, fortunatamente, avuto problemi di questo genere. Durante la settimana gli orari di chiusura si aggirano attorno l’una sia per i giorni lavorativi che per il week end, ma è nostra abitudine smorzare la musica man mano che la serata procede. Fino a questo momento non ci sono state lamentele da parte dei residenti».

«SERVE UN TAVOLO»
Mattia Montanari, gestore del Kojak di Porto Fuori e del Matilda di Marina di Ravenna, è convinto che la questione dei rumori dei locali, in centro storico, andrebbe analizzata ndo sedere allo stesso tavolo Comune, residenti, gestori delle attività: «Senz’altro il centro è più difficile di altri posti e i rumori possono creare problemi. Ma la questione non è di facile risoluzione». In altri posti, invece, cambiano gli scenari: «Al Kojak il problema con i residenti non è causato dal volume della musica ma da quello che alcuni frequentatori della discoteca a volte lasciano per le vie limitrofe. Per questo pago di tasca mia un’agenzia che controlli le strade quando siamo aperti. Quanto ai decibel, ogni anno li analizziamo anche andando di persona nelle case di chi abita vicino, per capire meglio l’impatto acustico». Va meglio a Marina, con il Matilda: «La stagione estiva aiuta a non incappare in lamentele, senza contare che la pineta e la strada principale piena di negozi e bar ci aiutano a non dare troppo nell’orecchio».

«TUTTO COME PRIMA»
Giacomo Costantini, assessore comunale al Turismo, qualche tempo fa aveva annunciato di voler introdurre una maggiore responsabilizzazione dei cittadini per quanto riguarda la questione rumori normata dal regolamento di Polizia Municipale: «Servono verifiche tecniche per capire se si può cambiare qualcosa. In ogni caso, le regole ci sono già, così come esiste già la possibilità di organizzare serate in deroga, anche se non tutti lo sanno. Al momento, in presenza di una segnalazione per schiamazzi c’è un intervento per disturbo della quiete pubblica, così come se c’è una denuncia da parte di un cittadino può intervenire Arpae per i rilievi acustici». 
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Proprietario “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi editoria L. 250/90


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione