Ravenna, nuovo birrificio e film sulla nave, novità in Darsena

Romagna | 13 Aprile 2019 Cronaca
C’è aria di novità in Darsena. Dopo tre anni e mezzo dalla prima idea, aprirà alla città sabato 13 aprile alle 18,30 il Darsenale, il primo brewpub con 200 coperti al chiuso e un altro centinaio in giardino. Come spiega Giovanni Baldini, che insieme ai fratelli Francesco e Roberto, a Fabio Mambelli del marchio Bizantina e ad altri due soci porterà avanti l’attività, la suggestione è nata dalla voglia di riqualificare il vecchio magazzino che ora ospita il locale ma soprattutto dal desiderio di produrre in loco la birra da consumare: «Ci siamo ispirati ad alcune aree industriali di Copenaghen, Amsterdam e Lisbona, mossi anche dall’idea di proporre un birrificio con ristorazione come, di fatto, ne esistono ben pochi». 

«ULTERIORE SPINTA»
Giovanni, che insieme a Roberto fino a poco tempo fa ha lavorato alla Tavar, l’azienda di famiglia, ha molte aspettative: «Ci piacerebbe che il nostro locale desse un’ulteriore spinta alla frequentazione della Darsena da parte dei ravennati, un luogo che secondo noi ha enormi potenzialità. C’è molto bisogno di coordinarsi, da queste parti, un po’ come ha fatto Cervia che ha tirato fuori tanta energia. Mi auguro che vengano in tanti e che la Darsena sia sempre più spesso una zona dove far convogliare eventi». Il Darsenale, che impegna uno spazio di 1200 metri quadri compresi la zona di produzione della birra, il magazzino e la cucina, lavorerà di sera, offrendo un servizio di ristorazione a tutti gli effetti: «Saremo rigorosi sulla qualità delle materie prime, con la proposta di una pizza alla pala che è un po’ la nostra specialità. Ovviamente anche chi non ama la birra è il benvenuto: non mancheranno vini e cocktail». Quanto ai lavori, Baldini parla di un investimento «non banale» al quale ha contribuito un finanziamento a fondo perduto della Regione Emilia-Romagna: «Dopo tanta attesa, abbiamo davvero voglia di cominciare. E non manca un po’ di ansia da prestazione».

«VOGLIA DI RICOMINCIARE»
E mentre la ruota panoramica quest’anno non ci sarà a causa dei lavori al momento in corso per realizzare il sottopasso che collegherà il Candiano ai binari della stazione, grande voglia di cominciare si respira anche tra lo staff della motonave Stella Polare di Alchimia Navigazione, che quest’anno implementerà un servizio molto più ricco rispetto alla prima edizione del 2018: «Dovremmo partire il primo maggio ma se otterremo i permessi – spiega Giorgio Ignat – anticiperemo di qualche settimana. Le novità sono tante, a partire dal cinema del martedì, che vedrà uno schermo installato davanti alla Capitaneria, con le casse posizionate sulla motonave: sarà possibile guardarsi un film direttamente da bordo o dai muretti adiacenti, con l’opzione della cena.  Il mercoledì, invece, proporremmo delle cene a tema durante la navigazione, per poi passare al giovedì con spettacoli e musica e al venerdì con la cucina flambé e il violino. Continueremo ovviamente con i collegamenti verso Marina e Porto Corsini».

«PREMIATI PER L’IMPEGNO»
Tira un’aria positiva anche alla Darsena Pop Up, diventata in poco tempo un punto di riferimento per i ravennati diretti verso il Candiano: «La Darsena attrae molto i cittadini e noi siamo stati tra i primi a colonizzare questa parte della città – spiega Marco Luongo della società Jem -. Due anni e mezzo fa siamo partiti con l’apertura del bar e successivamente col ristorante Akami. Sebbene l’abitudinarietà dei ravennati, abbiamo pazientato e ora siamo stati premiati per il nostro lavoro». Per Luongo la Darsena resta un luogo dal grande potenziale: «Peccato che molti progetti siano stati fermati dal Decreto Milleproroghe che ha stoppato i fondi periferie. Avevamo già firmato una convenzione per creare un orto e uno spazio con delle serre alla fine del canale che però, attualmente, è in stand-by, così come il progetto di ampliare la superficie del Pop Up». Sarà visibile solo tra diversi mesi, invece, la «passeggiata in legno» affacciata sul canale,, un sentiero di alberi e panchine i cui lavori, spiega l’assessore comunale ai Lavori pubblici Roberto Fagnani,  partiranno in autunno. 
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Proprietario “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi editoria L. 250/90


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione