Motociclismo, amarcord a Imola per Marco Melandri nel weekend: "Vent'anni di emozioni"

Ravenna | 10 Maggio 2019 Sport
motociclismo-amarcord-a-imola-per-marco-melandri-nel-weekend-quotventanni-di-emozioniquot
Massimiliano Regazzi
Capita proprio a puntino l’Italian Round di Imola del mondiale Superbike, specialmente per Marco Melandri, che per ora non ha certo reso come si aspettava. Siamo sempre lì. Un po’ se ne parla perchè è un argomento facile, un po’ bisognerebbe poi comprendere il motivo per cui non ha esultato più di tanto a Phillip Island ad inizio stagione: la pista australiana ha visto Melandri vincitore in tutte le categorie a cui ha partecipato e quindi è una pista - bellissima - a parte. Insomma, tra la curiosità di vedere se anche ad Imola la Ducati e Alvaro Bautista domineranno e se appunto Melandri potrà dire la sua, l’attesa è tanta in un periodo tutto sommato non negativo per questa disciplina. Ma il ravennate come ha preparato il weekend imolese in arrivo? Risposta: andando a fare dei test, sebbene la pista utilizzata (Magione), con tutto il rispetto, non è che rispecchi un autodromo come Imola o altri. Questi test, stando all’informatissimo sito www.moto.it, sembrerebbero aver dato un verdetto confortante e quindi le aspettative per Imola sono buone anche dal punto di vista delle statistiche, se consideriamo che Melandri, è l’unico pilota (a parte gli inglese Chaz Davies, Jonathan Rea e Tom Sykes), ad essere andato a podio negli ultimi tre anni ottenendo un terzo posto in gara 1 nel 2017 e nel 2018. Si potesse ottenere un risultato simile, non sarebbe male per una classifica davvero brutta per il ravennate, settimo a 69 punti contro i 236 dell’extraterrestre Bautista oppure i 126 di Alex Lowes, il primo dei piloti Yamaha, mentre subito dietro a Melandri, a quota 64 punti, troviamo il compagno di squadra Sandro Cortese. Del resto, numeri di Superbike a parte, il rapporto di Melandri con Imola è molto forte e risale fin dai tempi del motomondiale 125. Ricordi che tuttavia Marco ha ancora ben fissi in mente, come ha scritto nel suo blog: «Si avvicina Imola, un circuito davvero incredibile, dai mille ricordi che hanno segnato la mia infanzia. Ricordo benissimo i Gran Premi in 125 del 1998, quando passai Manako all’ultima variante arrivando un po’ lungo e finendo secondo davanti al pubblico di casa. Nel ‘99 arrivai in un ottimo momento e vinsi per distacco. Essere lassù sul gradino più alto del podio davanti a tutta la tua gente, amici, parenti e tifosi ad appena 17 anni compiuti fu magnifico.…Ora, quando ci ripenso, capisco davvero che ero solo un bambino, con pochissima esperienza di vita, e vedere ragazzini di quell’età correre mi fa un effetto molto particolare. Dopo 20 anni arrivo ad Imola con la stessa voglia di allora, le stesse farfalle allo stomaco. Vengo da un periodo decisamente negativo, ma per fortuna il passato non conta. Una volta in pista si riparte da zero». Tanta attesa, tra gli altri, anche per Alessandro Delbianco, uno degli atleti più in vista del Motoclub Conselice. Una delle forze della Superbike sono le classi di contorno, sempre molto avvincenti. Se nella 600 Supersport Federico Caricasulo si presenta al secondo posto in classifica con l’obiettivo di aggiungere il compagno di squadra Randy Krummenacher (90 punti), anche per Ayrton Badovini si tratta della gara di casa e quindi una buona occasione per recuperare punti preziosi in classifica. Occhio alla Supersport 300 con un Omar Bonoli al top tra i piloti tricolori e alla wild card Giacomo Mora, altro pilota del Motoclub Conselice, mentre Bonoli è portacolori storico del Baracca Lugo. Dal punto di vista televisivo continua il felice esperimento con TV8 (per quanto riguarda le trasmissioni in chiaro sul digitale) che trasmetterà in diretta le manche del sabato e della domenica (ore 14) e la superpole race in differita. Per chi ha Sky, la programmazione sarà estesa a tutte le gare.
JEREZ COSI’ COSI’
E’ tornato Marquez e gli altri prendono nota. Quasi inutile parlare dell’ovvio, se non che Andrea Dovizioso, quarto, lancia qualche allarme in casa Ducati. Del resto le difficoltà incontrate dal forlivese ad attaccare Morbidelli per il terzo posto la dicono lunga sul fatto che, su certi tracciati, a Borgo Panigale devono lavorare sodo. In casa Aprilia Gresini, Aleix Espargarò ha chiuso undicesimo, mentre Andrea Iannone non ha partecipato alla gara a causa di una caduta in prova e il teste Bradley Smith ha chiuso diciassettesimo. In moto 2 Sam Lowes è caduto, mentre in moto 3 Rodrigo e Rossi non hanno portato a casa nulla: il primo è caduto ed il secondo ha concluso ventunesimo. 
EUROPEO MOTOCROSS
Mentre ad Imola si consumerà la Superbike, a Mantova torna di scena dopo un mese il motocross iridato con il Gp di Lombardia. Tra gli iscritti, nella gara riservata all’Europeo della 250 2 tempi, anche il faentino Marco Lolli, alla guida della Yamaha del Team Ceres 71, attualmente settimo in campionato e tra i migliori italiani al via.
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Proprietario “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi editoria L. 250/90


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione