La pet therapy cresce per aiutare bambini malati e disabili

Romagna | 22 Maggio 2019 Mamma Mia!
la-pet-therapy-cresce-per-aiutare-bambini-malati-e-disabili
Empatia, capacità di entrare in relazione, di rilassare e di migliorare il funzionamento delle persone sono alcuni dei punti di forza della pet therapy, una pratica sempre più diffusa. Tante le iniziative e le proposte nel territorio. Tra queste «Un sorriso a quattro zampe», il progetto dell’associazione «Il sorriso di Giada» che si svolge in Pediatria a Ravenna. «Quando passi mesi e mesi in ospedale, quella diventa la casa tua e del tuo bambino - ricorda Pamela Zingale, presidente dell’associazione e mamma di Giada, una ragazzina di dodici anni affetta da una sindrome rarissima -. Il progetto è nato dal mio desiderio di ricreare a Ravenna quello che trovai al Bambin Gesù di Roma, dove mia figlia fu ricoverata anni fa e dove incontrai per la prima volta la pet therapy». Iniziato in maniera sperimentale nel 2017, il progetto è stato inaugurato in maniera ufficiale lo scorso dicembre: «Quando lo abbiamo proposto al pediatra di Giada lui ne è rimasto entusiasta e, nel corso del tempo, abbiamo incontrato tante brave persone che ci hanno aiutato e sostenuto».
 
«I CANI CAMBIANO LE GIORNATE»
Tra queste Mauro Franceschelli, il coadiutore dei cani, un rottweiler e un levriero, che ogni sabato pomeriggio e nei giorni di festa si recano in visita ai piccoli pazienti dell’ospedale: «Preparo i cani a mettersi in relazione profonda con le persone e il mio ruolo è quello di moderare la comunicazione - racconta -. C’è chi sale sul letto e lo fa ondeggiare, chi dà una leccatina, chi è pronto per una passeggiata. Quello che fa il cane dipende molto dalla patologia del paziente. Ricordo di una ragazzina che, nonostante le avessero dato un antidolorifico, continuava ad avere dolori addominali che passarono solo stando insieme al cane. I cani sono in grado di rilassare, di spostare l’attenzione, insomma ti cambiano la giornata».
 
«SENZA LIMITI»
Non sono solo i cani a poter svolgere una funzione terapeutica. Lo sostiene Cecilia Fazioli, pedagogista e formatrice di «Clippete Cloppete», un’associazione sportivo dilettantistica con sede a Piangipane che si occupa di attività con animali per bambini con disabilità e per anziani con malattie degenerative: «L’attività con gli animali non ha limiti, tutti quelli da cortile hanno delle potenzialità. Non concordo con chi dice che la natura è maestra, ciò che conta è l’interazione tra l’utente e l’operatore che è mediata dall’animale. Attraverso di lui si ottiene la possibilità di accedere alla persona con disabilità cognitiva. Nel resto d’Europa gli animali stanno entrando nei reparti oncologici; in Francia in alcune classi il gatto vive con i bambini. Gli animali ci insegnano a rapportarci alla diversità, ci fanno emozionare e, soprattutto negli anziani, stimolano il ricordo dando avvio al racconto».
 
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Proprietario “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi editoria L. 250/90


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione