IL CASTORO | Giovani faentini e la politica, un rapporto sempre più complesso

Romagna | 15 Aprile 2019 Blog Settesere
il-castoro--giovani-faentini-e-la-politica-un-rapporto-sempre-pia1-complesso

Masami Watanabe

Le prossime elezioni europee saranno fondamentali per il futuro dell’Ue. Negli ultimi cinque anni si è assistito, nel Vecchio continente, al sempre maggior successo dei partiti cosiddetti populisti e al crollo di quelli tradizionali. Tale situazione fornisce il presupposto di quella che può essere una vera e propria rivoluzione. È altresì ovvio quanto sia importante il voto dei giovani cittadini europei, molti dei quali affronteranno il prossimo 26 maggio, per la prima volta, il segreto dell’urna. Ma come arrivano i nuovi votanti faentini a questo importantissimo crocevia?

Su un campione di 63 studenti della nostra città, il 25% non sa per cosa si voterà, e un 12% neanche sapeva che si votasse. Dato ancora più preoccupante è che solo il 25% conosce gli schieramenti in campo, il restante 75% poco o per nulla. Sembra inoltre che  una certa tradizione italiana di apatia nei confronti della politica sia stata trasmessa alle nuove generazioni, con un 66% che ha sviluppato una propria visione solo parzialmente e un 20% che ancora non ha una sua idea in merito. Ciò non sorprende affatto, visto che il 53% degli intervistati segue poco o per niente la cronaca politica. Dati alla mano, la situazione non invita certamente alla tranquillità, anche considerando il fatto che la maggioranza dei cittadini che esercitano il loro diritto di voto sono di età avanzata e ciò ci dimostra che la coscienza politica degli italiani è andata via via calando nel corso delle generazioni. I faentini non fanno eccezione. Certamente la carenza di un’educazione civica nelle nostre scuole è una delle cause principali di questa situazione, ed avrà ripercussioni non solo sul piano della cittadinanza attiva, ma anche su quello scolastico. È stato infatti annunciato che a partire da quest’anno, alla prova orale dell’esame di Stato, la commissione dovrà porre delle domande inerenti cittadinanza e Costituzione, nonostante la evidente impreparazione di molti studenti: una bella gatta da pelare sia per i ragazzi sia per i docenti, che dovranno rimediare a un intero ciclo scolastico di vuoto in meno di quattro mesi.

Va tuttavia sottolineato che molti giovani, pur essendo ignoranti in materia, non vogliono minimamente cambiare la loro condizione, chi per una effettiva difficoltà nel comprendere i meccanismi della politica, chi per sfiducia nella classe dirigente e chi semplicemente per pigrizia. È una situazione complicata, che va trattata con la giusta attenzione, per evitare di ritrovarci in un futuro in cui l’affluenza alle urne calerà drasticamente e nel quale la politica si sarà staccata completamente dalla vita dei cittadini.

CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione