Faenza, Niccolò Bosi: «Il Pd torni ad essere popolare, per governare serve più sinistra»

Romagna | 07 Aprile 2019 Cronaca
L’ex ideatore di Laboratorio Faenza, Alberto Morini, ha parlato della necessità che il Pd ritorni ad avere un ruolo centrale. Da giovane esponente democratico, qual è la sua opinione?
«Pur essendo sempre stato il mio partito di riferimento, sono un iscritto “recente”, e io, come tanti altri, fatico a comprendere alcune logiche correntizie interne al Partito Democratico che purtroppo hanno drenato energie che invece avrebbero dovuto essere rivolte all’esterno. In un simile contesto si rischia di far prevalere un interesse di parte rispetto a un interesse collettivo. Il Pd ha molto da dire e soprattutto molto da fare. Deve riallacciare le relazioni con i corpi intermedi della città, tornare a essere punto di riferimento per persone e organizzazioni. Deve  tornare ad aprirsi all’esterno, immergersi nella società e tornare tra i cittadini. Si deve ricominciare ad ascoltare per poi essere in grado di dare soluzioni per tutta una comunità».
Alle primarie Zingaretti si è imposto in modo netto. E’ la risposta necessaria per risollevare il Pd?
«La grande partecipazione di elettori e una chiara affermazione di Zingaretti sono elementi più che positivi per ripartire. Il più grande risultato delle primarie è stato quello di ritrovare l’orgoglio di essere un partito popolare, che ha ben chiari i suoi obiettivi e l’idea di società verso cui tendere. Le primarie hanno dimostrato che c’è una grande comunità ancora viva, pronta a fare la sua parte, a mettersi in gioco. La sfida è non disperdere questa energia e riprendere velocemente a svolgere il nostro ruolo».
Quale giudizio può dare del governo della città guidato dal sindaco Giovanni Malpezzi?
«Sappiamo bene che l’avventura di Malpezzi è iniziata in un momento impegnativo per le finanze del Comune, con debiti molto alti. In questi anni con grande capacità si è riusciti ad abbassare il debito. Una buona sinergia con la Regione ha permesso di far arrivare sul nostro territorio molti contributi». 
Quali sono le sfide principali per arrivare alle elezioni amministrative del 2020?
«Serve una visione, non si può pensare di presentarsi senza avere ben chiara quale idea di città abbiamo in mente. Dobbiamo guardare al futuro di Faenza. Dobbiamo progettare insieme la città nella quale vogliamo vivere, lavorare o fare impresa, dobbiamo far ritrovare l’entusiasmo nel portare avanti un’idea. Non può farlo da solo il Partito Democratico, servono le idee e le energie delle altre forze politiche e civiche di centro sinistra e servono assolutamente i contributi di quelle esperienze che coinvolgono tanti cittadini che hanno a cuore la nostra città. E’ indispensabile quindi fin da ora aprire un costruttivo e fattivo dialogo con tutti questi soggetti di area progressista e democratica».
Quale deve essere il ruolo di Faenza nel futuro dell’assetto dell’Unione della Romagna faentina?
«L’Unione è stata una grande e impegnativa sfida, come lo è ogni cosa che porta a cambiamenti importanti e i cui risultati non sono tangibili nell’immediato. La nostra Unione è innovativa e credo dovrebbe essere presa ad esempio nel resto d’Italia. Faenza nell’Unione deve certo giocare un ruolo centrale, di stimolo, ma non certo quello di “padrone”». (r.iso.)
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Proprietario “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi editoria L. 250/90


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione