Faenza, a marzo un nuovo Green-go bus dalla Casa della salute al centro 

Romagna | 03 Febbraio 2019 Cronaca
faenza-a-marzo-un-nuovo-green-go-bus-dalla-casa-della-salute-al-centro
Riccardo Isola - Il nuovo Piano urbano della mobilità sostenibile (Pums), in approvazione da parte dell’amministrazione comunale faentina, intende portare importanti riorganizzazioni per l’accesso e il trasporto pubblico locale. Senza contare l’ipotesi, non tanto remota, di istituire due punti di controllo telematico della Ztl (Sirio) in via Santa Maria dell’Angelo e in via Naviglio. 
AL VIA IL NUOVO GREEN-GO BUS
In quest’ultima via la possibile installazione di telecamere si rende necessaria in quanto da qui passerà la linea del nuovo Green-go bus che collegherà la Casa della salute nel centro commerciale la Filanda con il centro storico di Faenza. «In questo versante - spiega l’assessore all’Ambiente, Antonio Bandini - dovremo riassettare le direttrici di traffico oggi esistenti. Per impedire che la strada possa trasformarsi in una via preferenziale per entrare in centro con le auto dobbiamo trovare il modo di controllare il traffico, da qui l’esigenza delle telecamere. La nuova linea pubblica, che dovrà essere coordinata dal consorzio Mete - prosegue l’assessore - per noi dovrebbe continuare ad essere gratuita e con frequentazione delle tratte in modo speculare a quanto già avviene per la collaudata ed efficiente linea oggi esistente dal parcheggio scambiatore di piazzale Pancrazi a via Pistocchi. Il tutto lo vogliamo realizzare entro il mese di marzo». 
PERCHE’ INSTALLARE «SIRIO»
Anche il Comandante della Polizia municipale dell’Unione della Romagna faentina, Paolo Ravaioli conferma come «a Faenza esiste una fruibilità di traffico all’interno della Ztl non consona e corretta da parte degli automobilisti. basti pensare - prosegue - che nel 2018 le sanzioni, per traffico e sosta non autorizzata all’interno di quest’area urbana, ha raggiunto la cifra di 582 verbali. Nel 2017 sono state 600. Appare evidente, quindi, che ancora troppo traffico non autorizzato, e quindi abusi, transita e si ferma in questa zona limitata. Questi verbali - sottolinea Ravaioli - sono legati alla statistica relativa ai servizi dedicati dal nostro personale. Se se ne ssero ancora di più durante l’anno sono certo e convinto che il numero aumenterebbe ancora». Per il comandante «l’utilizzo ipotizzato di tecnologie atte al monitoraggio e al controllo degli accessi in maniera telematica, oggi super collaudate ed efficienti, rappresenta senza ombra di dubbio in primis un’efficace deterrente. I comportamenti oggi non consoni, infatti, diminuirebbero enormemente. Lo attestano esempi e statistiche provenienti da tutte quelle realtà dove oggi sono in funzione». Per la Polizia municipale faentina però non si può parlare di una vera e propria emergenza sicurezza in centro storico. «Dalle statistiche in nostro possesso - conferma - non ci risulta si siano verificati incidenti, né gravi né lievi, nei confronti degli utenti deboli (pedoni e ciclisti) transitanti nella Ztl comunale esistente». Infine sulla questione dell’installazione delle telecamere in via Naviglio il comandante Ravaioli ci tiene a specificare che «si renderebbe necessaria in quanto l’istituzione dell’inversione di marcia, necessitata al fine di permettere alla navetta proveniente dalla Casa della salute di poter entrare in piazza attraverso un percorso rettilineo e diretto lungo la stessa via Naviglio e via XX settembre, deve garantire anche una sicurezza complessiva del traffico».  Sempre in tema di mobilità pubblica il Comune vuole «riorganizzare le due linee esistenti e magari aggiungerne una dalla zona Orto Bertoni fino alla piazza». 
PIU’ CONTROLLI SULLA SOSTA
Inoltre il Pums faentino intende incentivare la messa in servizio di mezzi a metano, a trazione elettrica o ibrida di piccole e medie dimensioni, laddove possibile. Sempre in tema di zona a traffico limitato, quindi, il centro cittadino, le linee e le idee del Pums sono quelle di aumentare il controllo dell’accesso e della sosta nell’area urbana «al fine - rimarca Bandini - di ridurre la dipendenza dell’uso dell’auto per gli spostamenti di breve distanza e per l’accesso in centro». Ed ancora si pensa alla pianificazione e gestione della sosta a pagamento, nonché gli accessi alla Ztl per il Comune che «saranno finalizzate all’aumento delle aree pedonali e delle Ztl, in coerenza con gli obiettivi del Pair, all’attuazione dell’area 30 Km/h in tutto il perimetro urbano residenziale, all’individuazione di nuovi parcheggi scambiatori serviti da navette elettriche per il collegamento con il centro, per intercettare i flussi di traffico attualmente non serviti da parcheggio scambiatore, anche allo scopo di decongestionare le aree immediatamente adiacenti al perimetro della sosta a pagamento, in cui si attualmente si concentra la sosta a medio-lungo termine delle auto». Sulla questione sosta palazzo Manfredi intende poi «utilizzare la leva della tariffazione per disincentivare ulteriormente la sosta delle auto per lunghi periodi, promuovendo di più la diffusione e l’utilizzo dell’applicazione esistente e rimodulare l’offerta di sosta a bordo strada, per dare priorità alla realizzazione di percorsi ciclabili, in particolare lungo le strade in cui la attuale occupazione di spazio da parte delle automobili non consente la compresenza in sicurezza delle biciclette, nei due sensi di marcia». Infine uno sguardo e una pianificazione mirata sarà dedicata alla creazione di punti di ricarica lenta per veicoli elettrici all’interno dei parcheggi scambiatori.
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Proprietario “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi editoria L. 250/90


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione