Elezioni a Cesena: 5 candidati sindaco, sfida aperta fra Lattuca (centrosinistra) e Rossi (centrodestra)

Romagna | 18 Marzo 2019 Politica
elezioni-a-cesena-5-candidati-sindaco-sfida-aperta-fra-lattuca-centrosinistra-e-rossi-centrodestra
Davide Buratti - In attesa di capire cosa faranno i 5Stelle, a Cesena sono cinque i candidati a sindaco: Antonio Barzanti (Casapound), Davide Fabbri (Cesena in comune), Enzo Lattuca (centrosinistra), Andrea Rossi (centrodestra), Vittorio Valletta (Cesena siamo noi). Al momento è impossibile prevedere cosa faranno i pentastellati. Ci sono due anime che difficilmente riusciranno a trovare un’intesa. Spesso, alla luce di situazioni simili, è stato negato l’uso del simbolo. Succederà anche questa volta? Di certo non c’è più molto tempo per fare chiarezza.
Chi confida nella loro assenza è di sicuro Vittorio Valletta. È fuori di dubbio che “Cesena siamo noi” peschi nello stesso bacino dei 5Stelle. Intanto però è entrata a far parte dell’orbita Pizzarotti. Il sindaco di Parma, amico di Valletta, è venuto a Cesena in occasione della presentazione ufficiale. Della lista faranno parte i socialisti con un paio di elementi. C’era stata una trattativa anche con Pri, Popolari per Cesena e Liberaldemocratici. Ma non se ne è fatto niente perché la proposta era che tutti rinunciassero al simbolo e confluissero in Cesena siamo noi.
In quell’area gravita anche Davide Fabbri, storico leader dei Verdi, che per diverse legislature è stato in Consiglio comunale. Cinque anni fa fondò "Cesena siamo noi" con la quale ora è in concorrenza. Lui e Valletta erano molto vicini. Adesso molto meno. Essendo diretti concorrenti non sono mancate le stoccate polemiche, soprattutto su Facebook.
È però fuori di dubbio che i due candidati principali sono Enzo Lattuca e Andrea Rossi. Lattuca ha costruito una coalizione allargata di centrosinistra. Fin dall'inizio aveva detto che voleva andare oltre il Pd. Ci è riuscito. Della coalizione fanno parte anche “A sinistra”, ex Articolo uno, guidata da Elena Baredi, Repubblicani, "Popolari per Cesena" e due liste civiche. Una è “Cesena 2024” fondata da Christian Castorri, assessore a Cultura e Sport, che cinque anni fa con “Semplicemente Cesena” prese quasi il tre per cento. L'altra è “Cesena città aperta" fondata Leonardo Biguzzi e Giuseppe Zuccatelli, consiglieri comunali eletti col Pd e che poi hanno vissuto tutto il travaglio che ha tormentato la sinistra in questi ultimi anni.
Andrea Rossi è il candidato del centrodestra. La coalizione sarà composta dai partiti tradizionali di quell’area: Lega Nord, Forza Italia e Fratelli d'Italia. Ma non solo. Ci saranno altre due liste. Innanzitutto “Cambiamo Cesena" che fa riferimento allo stesso Rossi e nella quale dovrebbero confluire anche alcuni cattolici vicini sia a Cl che al Popolo della Famiglia. L’altro alleato saranno i Liberaldemocratici guidati da Luigi Di Placido che con Rossi ha un rapporto sia di amicizia personale che di lavoro.
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Proprietario “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi editoria L. 250/90


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione