Castello, la presidente di «Fare Leggere Tutti» Pasi: «Vogliamo promuovere la lettura attraverso le diverse forme d’arte»

Romagna | 16 Marzo 2019 Cronaca
Birgül Göker- Fare Leggere Tutti è un’associazione sociale per la promozione della lettura nei bambini e ragazzi, con particolare attenzione alle fasce di lettori svantaggiati. L’associazione si fa promotrice, sul territorio ravennate, di iniziative di sensibilizzazione sull’importanza della lettura e delle arti e mette in campo una serie di iniziative e di appuntamenti distribuiti fra teatri, biblioteche e luoghi di aggregazione del territorio. Ne parliamo con Rosanna Pasi, presidente dell’associazione «Fare Leggere Tutti».
L’associazione come si è costituita?
«Fare Leggere Tutti, prima era soltanto un festival della lettura. Tre anni fa ci siamo strutturati come associazione. Questa è quindi una realtà che produce degli eventi sui temi della lettura e sui molteplici linguaggi della comunicazione. Conosciamo bene soprattutto quello verbale, che si insegna a scuola, ma ci sono tanti altri linguaggi performativi che non s’imparano in classe in maniera strutturata ma che vengono effettuati sul territorio. Tra questi il linguaggio della danza, quello della musica e tanti altri. Noi avviamo percorsi e progetti che tengono conto di tutti questi linguaggi per avvicinare i ragazzi alla lettura».  
Quali sono le iniziative più importanti del 2019?
«Quest’anno è in corso il festival della lettura “Ali. Menti. Sani”, declinato sul concetto della corretta alimentazione e lo affronta con diversi linguaggi come musica, danza, recitazione. Ali Menti Sani è partito al cinema Sarti di Faenza con il film documentario intitolato “Supersize Me” di Morgan Spurlock. Il 2 marzo è stata organizzata una tavola rotonda sul tema “Star bene vuol dire anche alimentarsi correttamente nell’aula magna dell’Istituto Bucci a Faenza. Il 16 aprile si farà al Teatro Masini uno spettacolo di danza che si ispira a un alimento sano, cioè la mela che è un libro di Cinzia Tani. Le scuole di danza che fanno parte dello spettacolo sono coordinate da Arturo Cannistrà, mentre nelle prime settimane di aprile al Mulino Scodellino si terranno laboratori su pane, miele e frutta». 
Quali altri eventi sono in cantiere per il futuro?
«Il 24 marzo sarà svolto un evento letterario “Letture Pubbliche al Pubblico” a Castel Bolognese in collaborazione con l’amministrazione comunale, l’associazione Genitori e l’associazione Angolo. La lettura è importante perché allarga la mente. Bisogna dare degli strumenti che possono essere d’aiuto. Abbiamo voluto avviare questo festival durante la quale tre romanzi premiati nel 2018  verranno letti ad alta voce al pubblico dai lettori nel chiostro del comune. Stiamo parlando di riconoscimenti del calibro del Campiello di Venezia, Strega di Roma e Mondello di Palermo». L’evento inizierà alle 10 con il saluto del sindaco Daniele Meluzzi e la presentazione dei premi letterari. Alfonso Cuccurullo leggerà Le Assaggiatrici di Rosella Postorino alle 11. Poi quello di Helena Janeczek da Debora Pometti. Nel pomeriggio Cuccurullo leggerà Davide Enia. L’evento sarà concluso con Stavo Pensando di Stoddard letto da Andrea Galeati. 
Quali libri verranno letti?
«“Le assaggiatrici” di Rosella Postorino ha vinto il premio Campiello nel 2018. Poi abbiamo “La ragazza con Leika” di Helena Janeczek, vincitrice del premio Strega. L’ultimo libro è “Appunti per un naufragio” di Davide Enia, vincitore del premio Mondello Giovani. Poi sarà letto anche un libro che ha preso il premio Scelte di Classe di Cepell, il Centro per il libro e la lettura del ministero della Pubblica istruzione. Questo momento è a cura dell’associazione Genitori e il libro sarà letto da una bambina di 10 anni, Andrea Galeati, invece gli altri libri verranno letti dall’attore Alfonso Cuccurullo e dall’attrice Debora Pometti». 
Il festival come si concluderà?
«Con un galà dedicato alla poesia e lo faremo nella chiesa di Santa Maria della Misericordia. Le scuole di danza che partecipano realizzeranno la coreografia legata a una poesia. Arriveranno da Rieti, Bologna, Padova, Treviso, Geneva, Perugia. Essendo così tanti la sera faremo due spettacoli».
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Proprietario “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi editoria L. 250/90


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione