Calcio B donne, ecco Alessandra Ghirardelli alla guida del settore giovanile del Ravenna Women

Ravenna | 06 Giugno 2019 Sport
calcio-b-donne-ecco-alessandra-ghirardelli-alla-guida-del-settore-giovanile-del-ravenna-women
Ravenna Women continua nell’opera di costruzione delle basi per un progetto solido, duraturo e di prospettiva. Dopo l’insediamento del D.G. Sollima arriva un altro tassello dell’organigramma societario.
Scende in campo, infatti, Alessandra Ghirardelli che occuperà un ruolo di assoluto rilievo nello scacchiere giallorosso, quello di responsabile del settore giovanile femminile.
Alessandra ha alle spalle una lunghissima carriera da giocatrice sempre ad alto livello, avendo giocato sia in B che in A con la maglia del Lugo con la quale ha vinto anche una coppa Italia, prima di passare a Imola, Cervia, Ravenna. In seguito un’esperienza anche come allenatrice di settori giovanili maschili ed ora è pronta ad affrontare con la consueta determinazione anche la nuova avventura: “E’ un compito difficile, ma sono molto stimolata. Sono convinta che ci sia la possibilità di creare qualcosa di nuovo ed entusiasmante. E’ un progetto ambizioso al quale sono convinta di potere dare un contributo importante. Credo che Ravenna sia un terreno molto fertile per il calcio femminile, negli ultimi mesi ho fatto attività promozionale nelle scuole ed ho avuto riscontri estremamente positivi. Al di là del calcio è importante il lavoro che può essere fatto a livello emotivo e di crescita delle ragazze, sono i valori basilari dello sport.”
Grande visibilità al calcio femminile viene data anche dalla partecipazione al mondiale della nazionale, uno sport che in Italia però ha sempre vissuto un alone stereotipato: “Può essere un anno importante per lo sviluppo di questo sport in Italia. Oramai non è più considerato un ghetto dove a calcio giocavano solo le ragazze più mascoline, anzi i tempi sono maturi per avere più apertura mentale. Al riguardo posso dire di essere un esempio, avendo sempre giocato a calcio, ma riuscendo a coniugare anche una vita “normale”: mi sono sposata, ho avuto un figlio, una famiglia. Non è quindi uno sport che precluda qualcosa, anzi tutt’altro.”
 
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Proprietario “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi editoria L. 250/90


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione