Bassa Romagna: la popolazione diminuisce, anche gli stranieri calano

Bassa Romagna | 03 Gennaio 2021 Cronaca
bassa-romagna-la-popolazione-diminuisce-anche-gli-stranieri-calano
Samuele Staffa
La popolazione della Bassa Romagna, secondo il trend consolidato negli ultimi anni,  cala. Ma la novità riguarda il dato degli stranieri: anche in questo caso il saldo, rispetto allo scorso anno, è negativo di circa 200 unità.   

LUGO
La popolazione del capoluogo della Bassa Romagna, seppur di poche unità (6), è cresciuta: in un anno, dal 1° gennaio 2020 al 1° gennaio 2021 è passata da 32.237 a 32.243 unità (15.487 m e 16.756 f).  
Ma il saldo tra parti e trapassi è negativo e la forbice si allarga. I nuovi nati registrati all’anagrafe sono 200 (99 maschietti e 101 femminucce), di cui appena 24 nati nello stesso Comune di Lugo e la grande maggioranza nati in altri comuni, a partire dall’ospedale «Santa Maria dalle croci» di Ravenna. Una leggera flessione, se pensiamo che lo scorso anno i nuovi nati sono stati 205. In quel caso, ovvero nel 2019, i nati a Lugo erano quasi la metà (96). I decessi, invece sono stati 474, contro i 453 del 2019. 
I cittadini stranieri, che nel 2019 avevano superato le 4mila presenze (4.030), sono tornati sotto questa soglia: sono 3.971 (1.847 m e 2.124 f).
La nazionalità più rappresentata è quella rumena con 1.242 residenti (547 m e 695 f): lo scorso anno erano 1.253. Seconda, con amopio distacco, la nazionalità marocchina: 338 maschi e 318 femmine, che in totale sommano 656. Gli albanesi, invece, sono 431 (201 m e 229 f), venti in più rispetto lo scorso anno. Il numero dei polacchi non è cambiato (179, di cui 51 m e 128 f), mentre i polacchi sono due in meno: 24 m e130 f. 
I cinesi sono 145 (76 m e 69 f), i nigeriani 137 (87 m e 50 f) e i tunisini 117 (73 m e 44 f). 

BAGNACAVALLO
I bagnacavallesi sono passati dai 16.639 di un anno fa ai 16.556 di oggi (8.064 m e 8.492 f). Lo scorso anno sono nati 52 maschietti e 44 femminucce (totale 96, di cui 27 con nazionalità straniera), 10 in più del 2019, mentre i decessi sono stati 229 (15 in meno del 2019).
Anche gli stranieri sono in calo. Manca ancora il dato definitivo, anche se le incertezze riguardano solo poche unità: oggi sono 2.127 (1.000 m e 1.127 f) contro i 2.167 di un anno fa.
La comunità rumena oggi conta 846 residenti (377 m e4 469 f) ed è cresciuta di 13 unità, tutte donne, rispetto lo scorso anno. I marocchini sono 278 (143 m e 135 f), mentre lo scorso anno erano 302. Terzo posto per i senegalesi, che sono 153 (115 m e 38 f). Gli albanesi, che lo scorso anno erano 125, oggi sono 109 (59 m e 50 f). I polacchi sono 108 (di cui ben 75 donne), i nigeriani sono 103 (59 m e 44 f) e gli ucraini 82 (ben 66 donne). I bagnacavallesi provenienti dalla Serbia sono 66 (25 m e 41 f), i pachistani crescono e raggiungono quota 38 (di cui 29 uomini), i moldavi sono 33. I cinesi sono quanti i brasiliani: 22.

ALFONSINE
I residenti del terzo comune più popoloso della Bassa Romagna, dopo Lugo e Bagnacavallo, sono passati dagli 11.825 gli 11.684 (5.653 m e 6.031 f): un gradino considerevole di 141 unità. Due anni fa i residenti erano 11.938. 
Se nel 2020 sono venuti al mondo 55 piccoli alfonsinesi, i decessi sono stati 196. 
Anche gli stranieri sono leggermente diminuiti, passando dai 1.320 del gennaio 2020 ai 1.303 di oggi (612 m e 691 f).
I rumeni sono 421 (184 m e 237 f), mentre un anno fa erano 438. Il Marocco è al secondo posto 226 (128 m e 98 f), contro i 238 dello scorso anno. L’Ucraina è al terzo posto con 132 (di cui ben 104 donne), contro i 139 dello scorso anno, e il Senegal al quarto con 107 (76 m e 31 f). Gli albanesi sono 64 (34 m e 30 f), i polacchi 58 (25 m e 33 f). I cittadini della Macedonia del Nord sono 41 (un anno fa erano 37 ), i moldavi 37 (un anno fa erano 27) e i cinesi 26. I brasiliani sono 19, di cui 18 donne. 
MASSA LOMBARDA
Massa Lombarda vede crescere, seppur di poco, la propria popolazione: i residenti sono passati da 10.522 a 10.531 (5.227 m e 5.304 f). Nel 2020 sono nati 87 bimbi (40 m e 47 f), di cui 37 con cittadinanza straniera. I decessi sono stati 132.
Anche gli stranieri, a differenza degli altri comuni del comprensorio, sono cresciuti: se un anno fa erano 1.975, oggi sono 1.987 (996 m e 991 f). 
La nazionalità straniera più rappresentata è sempre quella rumena (607, di cui 286 m e 321 f): un anno fa erano 582. I cittadini marocchini sono 362 (189 m e 173 f), ben 32 in meno rispetto lo scorso anno. Terzo gradino del podio per l’Albania con 346 (178 m e 168 f), dodici in più se raffrontati a gennaio 2020. I pakistani sono 133 (82 m e 51 f), i tunisini 79 (54 m e 25 f), i senegalesi 78,  i polacchi 52, di cui 39 donne. I cinesi sono 49 (25 m e 24 f).
CONSELICE
I conselicesi sono calati di 100 unità tonde: dai 9.702 di un anno fa sono diventati 9.602 (4.676 m e 4.926 f). I nuovi nati sono 74: ben 47 nastri azzurri e appena 27 nastri rosa, una peculiarità. I decessi sono stati, invece, 118.
Conselice, nel 2019, è stato l’unico comune in cui la popolazione straniera aveva fatto registrare il segno meno. Nel 2020 non è il solo a far segnare un decremento, ma il trend è ancora più deciso: gli stranieri sono 1.516 (727 m e 810 f), mentre un anno fa erano 1.537 e 1.541 nel gennaio 2019.
I rumeni sono pressoché stabili 451 (-3), di cui 197 uomini e ben 254 donne. I marocchini sono 396 (213 m e 183 f), 14 in meno rispetto lo scorso anno e gli albanesi sono 132 (62 m e 70 f). Cospicua la presenza dalla Macedonia del Nord: 158, di cui 60 m e 58 f.  I polacchi sono 64 (13 m e 51 f), i tunisini 63 (43 m e 20 f) e gli ucraini 62 (51 f). 
FUSIGNANO
La cittadinanza di Fusignano cala di 35 unità e passa dagli 8.137 agli 8.102 abitanti (4.005 m e 4.097 f). Due anni fa erano 8.157. I nuovi nati del 2020 sono stati 65 (32 m e 33 f), mentre i decessi sono stati 124. 
Anche il saldo degli stranieri è negativo per un soffio: dai 1.122 sono passati a 1.120 (575 m e 545 m).
I marocchini sono due in più rispetto allo scorso anno e hanno raggiunto quota 350 (171 m e 179 f). I rumeni, seconda nazionalità straniera sul suolo fusignanese, sono 216 (86 m e 130 f)
: uno in più rispetto lo scorso anno. I senegalesi sono 160, in gran parte uomini (137 m e 27 f). I cittadini della Macedonia del Nord sono 79, i nigeriani 49, gli ucraini 47 (di cui 37 donne), i cinesi 35 e gli albanesi solo 28 (14 m e 14 f). 

COTIGNOLA
Gli abitanti della Culla degli Sforza sono 7.318 (3.538 m e 3.780 f), 46 in meno rispetto un anno fa. I nuovi nati nel 2020 sono stati 55 (31 m e 24 f), mentre i decessi sono stati 105 (46 m e 59 f).
Gli stranieri, invece, sono 575 (275 m e 300 f), cinque in meno rispetto un anno fa.
I rumeni sono 169 (77 m e 92 f), due in più rispetto lo scorso anno. Il numero dei marocchini è lo stesso dello scorso anno: 107 in totale, di cui 52 uomini e 55 donne. I senegalesi sono 78 (57 m e 21 f), mentre i nigeriani scendono a quota 20 (14 m e 6 f), mentre un anno fa erano 27. I moldvi sono 26 (di cui 18 donne), gli albanesi 21.
 
SANT’AGATA
Continua a calare pure la popolazione di Sant’Agata e si allontana un poco dalla soglia psicologica dei 3mila. I santagatesi oggi sono 2.912 (1.437 m e 1.475 f) contro i 2.926 di un anno fa (i dati sul sito web dell’Unione non corrispondono a quelli dell’anagrafe santgatese). I nastri azzurri sono stati 11 e quelli rosa 10. I decessi, invece, sono stati 27.
Sono calati anche gli stranieri residenti: oggi sono 327 (146 m e 181 f), mentre all’inizio del 2020 erano 340. I rumeni sono 112 (49 m e 63 f), contro i 105 dello scorso anno, e superano i marocchini, fermi a quota 92 (47 m e 45 f), contro i 105 (59 m e 50 f) dello scorso anno: una variazione piccola, ma indicativa. Gli albanesi sono 27 (12 m e 15 f), i polacchi 21 (di cui 14 f).

BAGNARA
La popolazione residente nel municipio meno affollato della Bassa Romagna è in leggera flessione: se all’inizio del 2020 i residenti erano 2.423. ora sono 2.416 (1.205 m e 1.211 f): sette in meno rispetto ad un anno fa e  quattordici in meno rispetto all’inizio del 2019. I nuovi nati sono stati 22, proprio come lo scorso anno (9 m e 13 f), mentre i decessi sono stati 24.
Anche gli stranieri sono in diminuzione: oggi sono 280 (130 m e 150 f), contro i 298 di un anno fa e i 277 di due anni fa. 
La comunità albanese conta 155 residenti (81 m e 74 f), in leggero calo rispetto a inizio 2020 (erano 168). I rumeni sono 75 (33 m e 42 f), gli ucraini sono 12 (di cui 10 donne) e i marocchini 7.
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Follow Us
Facebook
Instagram
Youtube
Appuntamenti
Buon Appetito
Progetto intimo
FuoriClasse
Centenari
Mappamondo
Lab 25
Fata Storia
Blog Settesere
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Via Severoli, 16 A
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy & Cookie Policy - Preferenze Cookie
Redazione di Ravenna

via Arcivescovo Gerberto 17
Tel 0544/1880790
E-mail direttore@settesere.it

Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, Arcivescovo Gerberto 17.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it notizie-bassa-romagna-bassa-romagna-la-popolazione-diminuisce-anche-gli-stranieri-calano-n27587 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione