Oltre a «Terre Cevico» e «Caviro» una decina le romagnole presenti al ProWein in Germania dal 17 al 19 marzo

Romagna | 15 Marzo 2019 Gusto
Il ProWein rappresenta senza ombra di dubbio uno degli appuntamenti dedicati all’enologia più importanti al mondo. A questo momento non manca la presenza del vino made in Emilia Romagna.
In programma in Germania, a Duesseldorf, dal 17 al 19 marzo numerose saranno le aziende emiliano romagnole presenti oltre alle Tenute d’Italia/Morini srl e Casa Vinicola Poletti (Imola, Bo), formeranno la squadra regionale, anche San Patrignano (Coriano, Rn), Cantina Valtidone (Borgonovo Val Tidone, Pc), Cantina Sociale di Vicobarone (Ziano Piacentino, Pc), Poderi dal Nespoli, Mondodelvino (Cusercoli, Fc), Terre Cevico (Lugo, Ra), Caviro (Faenza, Ra), Cantine Riunite & Civ (Campegine, Re), Donelli Vini (Gattatico, Re), Cantine Ceci (Torrile, Pr) e Cantina di Carpi e Sorbara (Mo). Ma non solo. Folta la presenza dei Consorzi che orbitano nell’area di Enoteca Regionale. Tra questi ci saranno il Consorzio per la Tutela del Lambrusco di Modena, il Consorzio Tutela e Promozione dei vini Dop Reggiano e Colli di Scandiano e Canossa (Casali Viticultori, Opera 02 di Ca’ Montanari, Bertolani Alfredo, Fattoria Moretto, Cantina Sociale Formigine Pedemontana, Az. Agr. Pezzuoli, Cantina Puianello, Cantina di S. Croce, Cantina Settecani-Castelvetro, Zanasi, Cantine Lombardini), il Consorzio Colli Bolognesi (Manaresi Poderi Bella Vista, Podere Riosto, Tenuta La Riva) e ovviamente il Consorzio Vini di Romagna.
Per la terra del Passatore, ci saranno Torre San Martino, Cantina Braschi di Enoica, Cantina Forlì Predappio, Cantina Sociale di Cesena, Celli, Condè, Tenuta Casali, Tenuta La Viola, Trerè e Fattoria Paradiso. Il proWein, quest’anno giunta alla sua 25ma edizione, è una fiera aperta esclusivamente al trade che negli ultimi anni ha subito una costante crescita di espositori e visitatori. Solo per fare una fotografia dell’importanza ricoperta, nel 2018, ha registrato oltre 60.000 visitatori (1.500 in più rispetto all’anno precedente) provenienti da 133 Paesi.
Ben 6.870 gli espositori provenienti da 64 Paesi. Anche il vino è diventato un elemento imprescindibile nell’alimentazione tedesca e mondiale tanto che dal 2001 la spesa per questo prodotto ha superato per la prima volta quella per la birra. Stando ai dati rilasciati dall’Oiv, nel 2017, per le stime di consumo di vino mondiale, la Germania è la quarta posizione tra i Paesi maggiori consumatori di vino, attestandosi ad una cifra di 20.2 milioni di ettolitri totali consumati nel 2017 (circa 23,6 litri pro-capite per lo stesso periodo).
Altro dato da non sottovalutare è quello sull’export italiano del primo trimestre 2018: si posiziona la Germania al secondo posto tra i principali mercati d’esportazione. Nel periodo aprile 2017 - marzo 2018 il valore del vino imbottigliato italiano esportato in Germania si attesta attorno ai 742 milioni di euro, in leggero calo (-2,4%) rispetto allo stesso valore di 12 mesi prima.  (r.iso.)
CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Proprietario “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi editoria L. 250/90


Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione