settesere it n4501-al-teatro-filodrammatici-di-faenza-il-dialetto-protagonista-coi-alamn-ad-marza 001
Vai a http://emiliaromagnacultura.it/
Vai a https://garantiregionali.emr.it

Al teatro Filodrammatici di Faenza Il dialetto protagonista coi «Lõn ad Mêrz»

Faenza | 02 Marzo 2014 Cronaca
al-teatro-filodrammatici-di-faenza-il-dialetto-protagonista-coi-lamn-ad-marz
La Filodrammatica Berton  in collaborazione con l’Associazione Schürr e il settimanale «setteserequi» per il secondo anno consecutivo promuovono i «LÕN ad MÊRZ». Incontri con e sul dialetto romagnolo aperti e gratuiti, con il solo vincolo della registrazione. Gli incontri si svolgeranno al teatro dei Filodrammatici di Faenza, viale Stradone 7,  con accesso dal parcheggio dell’Ospedale civile, nei cinque lunedì di marzo alle ore 20.30. Durante le serate si cercherà di parlare del dialetto in dialetto, come quasi mai avviene nei convegni che lo hanno per tema. Verranno trattati vari aspetti della lingua romagnola: i problemi di traduzione dal dialetto all’italiano e viceversa, il rapporto tra parole e cose nella cultura contadina romagnola, l’uso politico del dialetto nel settimanale «Il piccolo» dei primi anni del ‘900. L’ultimo incontro sarà  in omaggio a Masì Piazza nel decennale della scomparsa e gli attori della Berton lo ricorderanno a modo loro.
Dopo una breve introduzione teorica svolta dai conduttori, si inviteranno i presenti a una parte pratica fatta di interventi sull’argomento della serata, di esercitazioni di dizione e scrittura dialettale e traduzione.
«Maestro di cerimonie» di tutti gli appuntamenti è Giuliano Bettoli, che inviterà gli astanti a cercare di esprimersi nel solo dialetto e ad aprire e chiudere con una «Canta» romagnola.
Interverranno alle serate:  Giovanni Nadiani  che svolge attività di ricerca e di insegnamento presso la Scuola superiore per interpreti e traduttori dell'Università di Bologna, sede di Forlì; Davide Pioggia, che si è dedicato alla teoria dei sistemi complessi e alle possibili applicazioni alla linguistica, e in particolare allo sviluppo dei dialetti romagnoli; Mario Gurioli, scrittore e ricercatore delle tradizioni romagnole; Luigi Antonio Mazzoni, regista della Filodrammatica Berton.

CONDIVIDI Condividi
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati on-line
al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Scarica la nostra APP
Vai a https://www.ravennarimini.confcooperative.it/
Follow Us
Facebook
Twitter
Youtube
Vai a https://www.legacoopromagna.it
Vai a https://www.teleromagna.it
Logo Settesere
Facebook  Twitter   Youtube
Redazione di Faenza

Corso Mazzini, 52
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy (Preferenze Cookie)
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544/1880790
Faenza - tel. 0546/20535
E-mail: pubblicita@settesere.it

Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Editore “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.
La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs. 70/2017 (ex L. 250/90).
Contributi incassati

settesere it n4501-al-teatro-filodrammatici-di-faenza-il-dialetto-protagonista-coi-alamn-ad-marza 005
Licenza contenuti Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione