Imola, Bellacoopia 2017, tra i progetti anche un QR Code per i defunti

Romagna | 06 Dicembre 2017 Cronaca
Sono stati 69 i progetti di impresa simulata nati dal lavoro di questi giovani, in collaborazione con i loro professori e i tutor di Legacoop, focalizzati sui temi della sostenibilità e dell’etica in stretta relazione con i 17 “Sustanaible Goals” da raggiungere entro il 2030 lanciati dalle Nazioni Unite.
"I Sustanaible Goals hanno lo stesso Dna della cooperazione – sottolinea la coordinatrice del progetto, Roberta Trovarelli di Legacoop Emilia-Romagna –. Interpretano in modo olistico la rete di relazioni che lega ecologia, equità, pace, economia, valori fondanti della nostra cultura di impresa. Rimetterli in gioco tra le giovani generazioni rafforza le possibilità che quegli obiettivi vengano ben compresi e raggiunti”.
 Sono otto le classi finaliste che si sono ritrovate martedì 6 dicembre dalle 9.30 alla grande festa conclusiva che è tenuta a Imola presso l’Autodromo Enzo e Dino Ferrari per presentare le loro proposte a un team di esperti che operano in imprese affini e che saranno chiamati a interagire con i ragazzi per valutare i progetti e la loro fattibilità. Dall’accoglienza al gardening al risparmio energetico alla rigenerazione sociale e urbana fino a una app che propone, con contenuti multimediali, la vita del defunto. Ha spaziato a 360° la creatività d'impresa dei giovani studenti, tra i quali sicuramente spicca il progetto QR TOMB degli studenti dell'Istituto "Paolini-Cassiano" di Imola. Ai ragazzi e alle ragazze nativi digitali una foto infatti non basta più. Tantomeno sulla tomba. C’è una narrazione, quella della vita del defunto, sia umano e sia animale, da comunicare ai visitatori, un racconto fatto di video, parole, immagini conservate nelle memorie digitali che attende solo di venire raccolto e messo a disposizione dei visitatori grazie al QR, quel ghirigori di segni che sempre più spesso si trova accanto ai monumenti o agli edifici storici e che, tramite una app, viene letto dagli smartphone. Le idee sono state sviluppate negli Istituti superiori della regione grazie alla Rete Bellacoopia, il progetto di Legacoop Emilia-Romagna sostenuto dalla Regione, giunto alla quindicesima edizione alla quale hanno partecipato oltre 1.400 studenti di 66 classi di 43 istituti superiori.

Nella foto gli studenti imolesi del "Paolini-Cassiano" del progetto QR TOMB

 
 
CONDIVIDI
Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
Settesere Community
Abbonati
on-line

al settimanale Setteserequi!

SCOPRI COME
Scarica la nostra App!
Follow Us
   
Redazione di Faenza

via Zanelli, 8
Tel. +39 0546/20535
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy
Redazione di Ravenna

via Cavour, 133
Tel 0544 1880790
E-mail direttore@settesere.it
Pubblicità

Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a: Media Romagna
Ravenna - tel. 0544 1880790
Faenza - tel. 0546 20535
E-mail: pubblicita@settesere.it
Credits TITANKA! Spa © 2017
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione:
23201- Direttore responsabile Manuel Poletti - Proprietario “Media Romagna” cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione