Lunedì 23 Gennaio 2017
CATEGORIA      LOCALITÀ     TESTO      
Faenza
Ultimate a Faenza le riprese del documentario di Giangiacomo De Stefano
04/01/2017 | Cultura

Federico Savini

«Quello che posso dire da ‘esterno’ di questo mondo, è che la storia del liscio stupisce chi non la conosce, è un lungo racconto con grandi personaggio che possono facilmente appassionare anche chi non balla e non ha il culto per questa musica». Giangiacomo De Stefano, regista imolese della Sonnefilm è al lavoro su un documentario in tre parti dedicato al liscio romagnolo, del quale sono state ultimate le riprese la scorsa settimana. E una delle ultime tappe è stata Faenza, con la Galletti-Boston delle edizioni dell’orchestra Castellina-Pasi, e con la Casa della Musica, quartier generale di Giordano Sangiorgi del Mei che nel progetto ha avuto un ruolo promotore dall’inizio, nonché snodo di tanti musicisti romagnoli, che proprio qui hanno raccontato alla cinepresa di De Stefano la loro storia. Parliamo del collezionista e presentatore tv Gianni Siroli, ma anche di Moreno Il Biondo, frontman dell’orchestra Grande Evento e degli Extraliscio, progetti di primo piano di Casadei Sonora, l’etichetta di Riccarda Casadei, figlia di quel Secondo che sessant’anni fa creò Romagna Mia, nonché cugina di Raoul. E naturalmente anche di loro parlerà il documentario di Giangiacomo De Stefano, autore l’anno scorso di Rotte Indipendenti, serie di documentari legata al Mei e alla musica indipendente delle grandi città italiane che venne trasmessa da Sky Arte. Ancora prematuro indicare una destinazione per il documentario di De Stefano, ma è proprio di questi giorni la conferma che ci sarà una seconda edizione per la Notte del Liscio, lungo tutta la riviera dal 9 all’11 giugno. «Abbiamo appena finito di girare il materiale che monteremo per questo documentario, che prima della primavera non sarà pronto - spiega De Stefano -. Giordano Sangiorgi del Mei mi aveva solleticato con questa idea e poco tempo dopo il mio amico Matteo Medri se n’è uscito con la proposta di fare un film dedicato al liscio. Così ho coinvolto anche lui in questo progetto di Sonnefilm e Metters Studio»

Le tre parti avranno tagli diversi?

«Si, l’idea è quella di raccontare tre diverse fasi di questa storia. Nella prima le origini, fino a Romagna mia. Nella seconda il boom degli anni ‘70 e ’80. Infine l’attualità, dagli anni ’90 ad oggi. Nel film interviene veramente il gotha di questo mondo».

La materia è vastissima. Cos’hai scoperto durante la lavorazione?

«Che la storia del liscio è molto più interessante di quanto molti pensano, fatta di momenti epici e personaggi da scoprire. Racconta una parte importante della storia del popolo romagnolo».

Dal punto di vista cinematografico, ha un potenziale di rilancio?

«Per me ce l’ha, è un mondo che ha sostenitori appassionati e anche un’iconografia molto forte. Ora è molto prematuro parlare di progetti ulteriori ma l’idea di continuare a lavorare su questo filone c’è, per ora è stato bello e arricchente»

COMMENTI (0) | Scrivi un commento | Condividi

Compila questo modulo per scrivere un commento
Nome:
Commento:
IN EDICOLA
IL TUO ABBONAMENTO
SEGUICI!
LE OPINIONI
Commercianti Indipendenti Associati applaude alla legge sul recupero dell’invenduto e la sua...
Marco Pirazzini, presidente Uisp Ravenna Lugo «Lo sport deve recuperare la considerazione che...
Il metereologo Pierluigi Randi: «Il tempo cambia, serve più attenzione»
Bensadiq Abdellah, presdente comunità islamiche Emilia Romagna: «La religione unisce»»
Piovaccari, presidente Unione: «Più relazioni e coesione per rincorrere la ripresa»
Antonio Campri, neo presidente Deco: «Vogliamo crescere ancora, pronti nuovi investimenti»
Ciclismo, il Ct Cassani nel 2017 vuole il Mondiale
Crisi di governo, il politologo faentino Ignazi: "No alle elezioni subito, serve un governo di...
GIORNO & NOTTE
GRANDE SCHERMO | I film della settimana
BO7 - Una settimana a Bologna
Alcuni Appuntamenti della settimana
Credits TITANKA! Spa © 2013
top
Contattaci
Pubblicità
Redazione di Faenza: via Zanelli 8 (0546 20535)
Redazione di Lugo: Corso Matteotti 3 (0545 1890928)
Redazione di Ravenna: via Cavour 133 (0544 1880790)
E-mail: direttore@settesere.it
Privacy Policy P.Iva 02453160398
Per la pubblicità su SettesereQui e Settesere.it potete rivolgervi a:
Media Romagna (Ravenna, tel. 0544/1880790) e (Faenza, tel. 0546/20535)
Mail: pubblicita@settesere.it
Setteserequi è una testata registrata presso il Tribunale di Ravenna al n.457 del 03/10/1964 - Numero iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione: 23201
Direttore responsabile Manuel Poletti
Proprietario "Media Romagna" cooperativa di giornalisti con sede a Ravenna, via Cavour 133.

Creative Commons LicenseTutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione